Mick Schumacher al volante della Ferrari F2004 di suo padre Michael Schumacher a Hockenheim (Foto Charles Coates/Getty Images)
Mick Schumacher al volante della Ferrari F2004 di suo padre Michael Schumacher a Hockenheim (Foto Charles Coates/Getty Images)

F1 | Mick Schumacher guida la Ferrari di papà Michael: “Incredibile!” (FOTO)

Un momento davvero unico, emozionante, commovente. Anzi, “incredibile”, per usare le parole del protagonista: Mick Schumacher, il figlio del sette volte campione del mondo di Formula 1 Michael Schumacher, che stamattina a Hockenheim, in preparazione per il Gran Premio di Germania, ha avuto l’occasione di guidare la Ferrari F2004 di suo padre in un giro dimostrativo.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Una macchina che ha fatto la storia, la più vincente della già trionfale era Schumi alla Ferrari: nel corso della sola stagione 2004, infatti, portò a casa ben tredici vittorie e il settimo campionato del mondo nelle mani del Kaiser, diventando così una delle vetture più veloci nella storia di questo sport. Un collezionista spagnolo ne ha messi ben due esemplari a disposizione di Schumacher Junior, attualmente pilota di Formula 2, che l’ha riportata in pista davanti agli occhi di decine di migliaia di tifosi di casa in festa, in onore del suo mitico genitore.

“È stato grandioso”, ha commentato Mick Schumacher una volta rientrato ai box. “È stato incredibile poter guidare questa macchina qui, con il sedile di mio papà al quale mi sono adattato perfettamente. Da quando sono uscito dalla corsia dei box a quando sono rientrato non ho mai perso il sorriso, nemmeno quando ho bloccato le gomme! È stato stupendo: volevo solo scendere il pista e guidare, per cui aspettare davanti all’uscita della pit lane è stata una tortura. Non vedevo l’ora di accendermi e partire”.

Le esperienze di Mick Schumacher con la Formula 1

Per Mick Schumacher si è trattato della seconda uscita al volante di una monoposto precedentemente appartenuta a suo padre Michael. Già nel 2017, a margine del Gran Premio del Belgio a Spa-Francorchamps, aveva avuto modo di provare la Benetton B194 con cui il tedesco vinse il suo primo titolo iridato nel 1994. “Ho potuto provare vetture distanti nel tempo di ben dieci anni l’una dall’altra”, spiega. “In generale penso che lo sviluppo in quel decennio abbia portato a fare passi da gigante. Ma poter provare quel V10, con quel rombo e quel comportamento, è stato davvero speciale”.

Il piccolo di casa Schumacher ha potuto provare anche una vettura di Formula 1 moderna, l’attuale Ferrari SF90, nei test in Bahrein dedicati ai piloti esordienti e organizzati all’inizio di questa stagione. Mick è infatti legato a doppio filo alla casa di Maranello, che lo ha inserito nel suo vivaio per i giovani, la Ferrari Drivers Academy.

Mick Schumacher al volante della Ferrari F2004 di suo padre Michael Schumacher a Hockenheim (Foto Alexander Hassenstein/Getty Images)
Mick Schumacher al volante della Ferrari F2004 di suo padre Michael Schumacher a Hockenheim (Foto Alexander Hassenstein/Getty Images)