GP Germania, disastro Ferrari in qualifica. Binotto: “Bisogna reagire”

0
316
Mattia Binotto (©Getty Images)

F1 | GP Germania, disastro Ferrari in qualifica. Binotto: “Bisogna reagire”

Doveva fare sfracelli in Germania, forte del dominio nelle prime tre sessioni di prove libere, ed invece, ancora una volta la Ferrari è mancata proprio nel momento in cui contava esserci, ossia in qualifica. Ko (noie all’intercooler) senza neppure un tempo segnato con Sebastian Vettel al Q1, ferma a Q3 appena iniziato con Carles Leclerc per un altro problema tecnico.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

All’uscita dei box ho perso potenza e siamo stati costretti a portare nuovamente la vettura dentro“, ha spiegato affranto il tedesco. “Mi sento abbastanza vuoto, è una delusione molto amara sia perché è il mio GP di casa, sia perché la macchina andava molto bene. Già ieri avevo delle buone sensazioni, e stamattina le cose stavano andando ancora meglio“.

Ho patito un guasto al sistema della benzina. Oggi non è stata la nostra giornata, ma domani farò di tutto per cambiare la situazione e portare il sorriso sui volti delle persone del nostro team“, ha affermato amareggiato il monegasco, decimo alla fine del turno. “Se dovesse arrivare la pioggia forse ci potrebbe aiutare, ma anche sull’asciutto siamo stati veloci“.

Leggi anche -> Lewis Hamilton ancora in pole, ma aveva rischiato di saltare le qualifiche

C’è un grande rammarico e siamo tutti delusi come squadra. Siamo arrabbiati con noi stessi”, ha invece riconosciuto il boss Mattia Binotto. “Lo siamo per i nostri piloti che avevano una grandissima occasione per fare bene, ma anche per la gente che a casa sta lavorando tanto. I guasti che si sono verificati non sono capitati mai neppure al banco”.
La gara di domenica la dovremo affrontare con l’ambizione di una buona prestazione a prescindere dall’esito dello scorso anno. Il nostro ritmo sulla distanza è ottimo. Capisco la rabbia che si ha dentro, tuttavia bisogna reagire per cercare di portare a casa il risultato”, ha concluso l’ingegnere consapevole della clamorosa ennesima débacle Rossa.
Chiara Rainis