Tutte le novità sulla Mercedes: c’è anche una soluzione al guaio più grave

0
433
I nuovi deviatori di flusso e la nuova paratia dell'ala posteriore sulla Mercedes W10 per il Gran Premio di Germania di F1 2019 (Foto Steve Etherington/Mercedes)
I nuovi deviatori di flusso e la nuova paratia dell’ala posteriore sulla Mercedes W10 per il Gran Premio di Germania di F1 2019 (Foto Steve Etherington/Mercedes)

F1 | Tutte le novità sulla Mercedes: c’è anche una soluzione al guaio più grave

La livrea mezza bianca, che riprende i colori delle prime Mercedes da corsa della storia, introdotta proprio per festeggiare i 125 anni dalla gara che diede il via alla leggenda dell’automobilismo, non è l’unica novità che il team campione del mondo sfoggia questo weekend per il suo Gran Premio di casa in Germania. Anche il pacchetto aerodinamico della W10, infatti, per l’occasione è stato profondamente rivisto e aggiornato.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Le modifiche più evidenti riguardano la zona dei deflettori e dei deviatori di flusso all’imbocco delle fiancate, che ora ha un aspetto più insolito rispetto alla versione precedente, con tre alette orizzontali a “veneziana”. Ridisegnati parzialmente anche il fondo vettura, l’alettone anteriore e soprattutto le paratie laterali dell’ala posteriore, che ora presentano un profilo a dente di sega estremamente aggressivo.

Le modifiche all'alettone anteriore sulla Mercedes W10 per il Gran Premio di Germania di F1 2019 (Foto Wolfgang Wilhelm/Mercedes)
Le modifiche all’alettone anteriore sulla Mercedes W10 per il Gran Premio di Germania di F1 2019 (Foto Wolfgang Wilhelm/Mercedes)

Un pacchetto che lo stesso pilota Valtteri Bottas ha definito “bello”, che “dovrebbe dare più prestazioni alla vettura”, e che soprattutto dimostra una volta di più la mentalità vincente della Mercedes: nonostante abbia vinto nove dei primi dieci Gran Premi e abbia un margine di vantaggio enorme in entrambe le classifiche di campionato, non ha minimamente rallentato il suo tasso di sviluppo tecnico. “Mi piace questa mentalità per cui non è mai abbastanza”, ha spiegato il finlandese. “Se abbiamo un vantaggio lo vogliamo incrementare: su questo siamo tutti allineati nella squadra. Spero che tutto funzioni a dovere, perché sono sicuro che anche gli ingegneri stanno lavorando sodo e portano sempre nuovi pezzi”.

Mercedes corre ai ripari contro il caldo

Il dato più importante, dal punto di vista tecnico, per la Freccia d’argento (o forse, stavolta, dovremmo chiamarla Freccia bianca) in vista del fine settimana di Hockenheim riguarda però la temperatura. Già un mese fa in Austria, la W10 soffrì di gravi problemi di surriscaldamento, che ne provocarono la sua prima sconfitta dell’anno. E anche in Germania, al momento, il caldo si fa sentire: un aspetto che preoccupa perfino il leader del campionato Lewis Hamilton. “Se continuerà così, saremo nei guai”, ha spiegato. “Non ci possiamo fare molto, perché è un grosso problema di design, che non è facile da risolvere. Stiamo provando a fare qualche modifica, ma si tratta di piccoli passi”.

Nella raffica di novità introdotte per questa gara tedesca, in effetti, non mancano anche delle soluzioni studiate proprio per rimediare a questo inconveniente: nel retrotreno, la carrozzeria presenta delle maggiori aperture che dovrebbero migliorare il raffreddamento interno della monoposto.

Fabrizio Corgnati