Colesterolo alto, l’orzo è il rimedio per contrastarlo al meglio

0
969
colesterolo alto orzo
Come fare per tenere a bada il colesterolo alto? Con l’orzo – FOTO © Getty Images

L’orzo, meglio se integrale, rappresenta l’arma principale grazie alla quale tenere sotto controllo il colesterolo alto: alcuni semplici consigli.

Il colesterolo alto è una patologia che purtroppo affligge tante persone nel mondo. Nella maggior parte dei casi è legata ad una condizione strettamente connessa ad una alimentazione senza controlli e tutt’altro che sana. Sotto osservazione è la produzione di questa molecola – il colesterolo appunto – che per il nostro organismo è molto importante. Ma in quantità elevate il fisico è esposto con maggiore possibilità a malattie quali ictus ed infarto, in quanto le vene sanguigne finiscono con l’essere dilatate, rendendo più ostico il passaggio del sangue. Il colesterolo alto può essere curato, come tante altre condizioni spiacevoli, con la prevenzione e con l’adozione di uno stile di vita più sano, sia a tavola che lontano da essa. In più viene applicata anche una mirata cura farmacologica. Per contrastare il colesterolo cosiddetto cattivo, ci sono anche alcuni alimenti davvero efficaci. Su tutti l’orzo. Questo cereale è una riserva enorme di beta glucani, fibre solubili che limitano il processo di assorbimento del colesterolo da parte dell’intestino.

LEGGI ANCHE –> Glicemia alta, averla aumenta il rischio di cancro al pancreas

Colesterolo alto, come tenerlo a bada con l’orzo

La cosa è stata osservata studiando le abitudini alimentari di alcuni soggetti colpiti da questa patologia o da diabete. L’assunzione di 3 grammi di beta glucani al giorno ha portato ad un calo del 7% in media della condizione. Inoltre un altro studio, tutto italiano, condotto dall’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa e risalente al 2016, ha messo in risalto il fatto che mangiare orzo prepara l’organismo contro obesità, stress ed altri fattori strettamente correlati a queste situazioni. Alcuni consigli pratici: l’orzo può essere preparato e mangiato in vari modi ed in diversi momenti della giornata. Per gli esperti il modo migliore di cucinarlo è farlo come si farebbe con un risotto. E lo possiamo assimilare con latte, svariati primi e secondi piatti ed in altri preparati. Infine, meglio scegliere la varietà di orzo integrale, che contiene una quantità maggiore di fibre, minerali e vitamine e quindi è più efficace.

LEGGI ANCHE –> Bere acqua, fallo ogni 45 minuti e guarda che succede al cervello