Ubriaco alla guida, 7 volte oltre il limite: “Sto andando al lavoro, non ricordo dove”

Ubriaco alla guida
Fermato ubriaco alla guida, livelli 7 volte oltre al consentito – FOTO: tuttomotoriweb.com

Fermato ubriaco alla guida, spiazza gli agenti con un livello di alcolici nel sangue mai visto e soprattutto con il suo racconto tragicomico.

Un uomo è stato sorpreso ubriaco alla guida, con le facoltà fisiche e psichiche del tutto inadeguate per poter compiere una azione del genere. In tali condizioni questo individuo avrebbe potuto costituire una grossissima minaccia per l’incolumità sua e dell’altra persona che viaggiava con se, anch’essa ubriaca marcia. Senza contare il rischio intercorso anche nel poter fare del male ad altri. Il fatto è accaduto ad Idro, piccolo comune della Val Sabbia situato in provincia di Brescia. L’uomo ubriaco alla guida è un 40enne, fermato da una pattuglia della Polizia Locale dopo che gli agenti avevano notato l’andatura anomala della macchina sulla quale occupava il posto di guida. Il veicolo procedeva a zig zag in maniera vistosa. Subito dopo essere stato fermato, i tutori dell’ordine hanno sottoposto il 40enne al test dell’etilometro. Il controllo dei livelli di alcolici nel sangue ha presentato un valore scioccante, di gran lunga superiore al limite massimo stabilito per legge.

LEGGI ANCHE –> Professoressa e allievo, lei ha 28 anni e lui 13: “Potessi farlo con te tutto il giorno…”

Ubriaco alla guida: “Sto andando a lavorare, ma non ricordo dove”

È risultato che l’uomo aveva una misura di 7 volte più grande rispetto a quanto consentito e pari a 3,31 mg/l. Dalle sue generalità, si apprende che è originario di Serina ed agli agenti ha detto di essere uscito di casa cinque ore prima per andare a lavorare, svolgendo attività di giardinaggio. Ma l’accanito bevitore ha anche ammesso di non ricordare quale fosse la sua destinazione. Ad ogni modo nel bagagliaio della sua auto portava effettivamente con se dell’attrezzatura tipica di chi svolge la professione di giardiniere. Con lui viaggiava un suo coetaneo, altrettanto ubriaco. Al guidatore è stata contestata la guida in stato di ebrezza con anche l’aggravante di poter costituire una minaccia per l’altrui incolumità. Subito gli sono state tolte l’auto e la patente, con il sequestro del mezzo ed il ritiro del documento di guida. Alla fine i due alcolisti hanno dovuto attendere che qualche loro conoscente venisse a prenderli.

LEGGI ANCHE –> Valentina Vignali, dedica senza niente addosso: “Ti amo con tutto il mio…” FOTO