Nuovo caso di doping nel motorsport: pilota squalificato per 4 anni

0
851
iStock

Automobilismo | Nuovo caso di doping nel motorsport: pilota squalificato per 4 anni

Dopo il caso che vide protagonista l’ex Toyota F1 Franck Montagny nel 2014 quando correva in Formula E per il team Andretti, il doping torna a farsi vedere negli sport motoristici. Questa volta a cascarci è stato un pilota del GT.

Nello specifico stiamo parlando di Nick Leventis, nome decisamente poco noto tra i pubblico italiano se non tra i fanatici del Gran Turismo.

Il fatto – L’inglese era stato trovato positivo a due sostanze,l’anastrozolo e il drostanolone in occasione della 8 ore della California dello scorso anno, gara valida per l’Intercontinental GT Challenge Championship.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Al 39enne schierato dalla Strakka Racing erano stati prelevati dei campioni di sangue non appena terminata la corsa di durata al volante della sua Mercedes-AMG GT3 e dopo l’analisi era emersa la presenza dei due anabolizzanti sopracitati.

Non avendo ricevuto alcuna notifica di ricorso da parte dell’interessato, la FIA ha quindi deciso di squalificarlo per 4 anni.

Nella udienza svoltasi il 25 marzo 2019 il pilota si è difeso sostenendo che la violazione della norma antidoping era involontaria, spiegando che l’anastrozolo era stato prescritto da un medico e che il drostanolone gli era stato fornito da un personal trainer“, il documento federale reso noto soltanto ora. “Secondo le sue dichiarazioni le sostanze sarebbero state somministrate senza alcuna intenzione di migliorare le prestazioni, inoltre l’interessato si è professato totalmente inconsapevole del rischio che la somministrazione di tali prodotti avrebbe comportato una violazione delle regole antidoping“.

Considerata la sua età e per chiudere la bocca a tutti, l’inglese ha immediatamente annunciato il ritiro dalle competizioni. Così facendo ha rinunciato alla possibilità di appello accettando le conseguenze, ovvero il divieto di partecipare ad eventi motorsport, per aver infranto l’articolo 10.12.1 del regolamento antidoping della Federazione Internazionale.

Chiara Rainis