Nausea, vomito e diarrea: ore di panico in un villaggio vacanze

Ambulanza
Ambulanza (foto dal web)

Alcuni turisti, tra cui una bambina di 4 anni, hanno accusati dei sintomi probabilmente riconducibili ad un’intossicazione alimentare, dopo aver cenato in un villaggio vacanze in Salento.

Disavventura per alcune persone che stavano trascorrendo una vacanza in un villaggio del Salento. Secondo quanto riportato dalla stampa locale, ieri sera, martedì 23 luglio, alcuni turisti hanno accusato nausea, vomito e diarrea dopo aver consumato la cena in un villaggio di Torre dell’Orso, località balneare di Melendugno, comune in provincia di Lecce. Sul posto sono arrivati i sanitari del 118 a bordo di diverse ambulanze ed automediche, dopo le diverse segnalazione, che hanno prestato le prime cure alle persone, colpite probabilmente da un’intossicazione alimentare, organizzando una sorte di triage, per smistare al meglio i turisti. Dieci di loro, tra cui una bambina di 4 anni sono stati portati al pronto soccorso degli ospedali vicini e per tre turisti è stato necessario il ricovero. Sul posto anche i sanitari dell’Asl che hanno svolto gli accertamenti per stabilire se i malori accusati dai turisti derivino dal consumo di cibi contaminati.

Intossicazione alimentare in un villaggio vacanze: sul posto i sanitari dell’Ufficio Igiene dell’Asl

Ore di concitazione quelle trascorse ieri sera, martedì 23 luglio, all’interno di un villaggio vacanze di Torre dell’Orso, località balneare di Melendugno (Lecce). Diverse persone, dopo aver cenato nella struttura, hanno iniziato ad accusare nausea, vomito, svenimenti e diarrea, probabilmente riconducibili ad un’intossicazione alimentare. Tra i turisti colpiti dai malori, secondo quanto riportato dalla stampa locale e dalla redazione di Fanpage, anche una bambina di 4 anni ed alcuni minori. Sul posto, dopo le numerose segnalazioni degli stessi ospiti del villaggio, sono arrivate diverse ambulanze ed automediche con il personale del 118 che per smistare al meglio i turisti ha organizzato una sorta di triage. In dieci sono stati trasportati negli ospedali della zona e per tre casi si è reso necessario il ricovero nella struttura. Come raccontato da Fanpage, nel villaggio erano presenti circa 700 ospiti, ma la maggior parte di questi non è stata interessata da quanto accaduto. Presso la struttura sono arrivati anche i sanitari dell’Ufficio Igiene dell’Asl che hanno svolto gli accertamenti per capire se i sintomi accusati dai turisti siano riconducibili ad alimenti contaminati serviti dal villaggio.

Leggi anche —> Lutto nel mondo della musica: muore noto dj