Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, la coppia di piloti 2019 della Mercedes (Foto Steve Etherington/Mercedes)
Lewis Hamilton e Valtteri Bottas, la coppia di piloti 2019 della Mercedes (Foto Steve Etherington/Mercedes)

F1 | Piloti F1 2020: le manovre di Mercedes che scuotono il mercato

In uno scenario di mercato piloti 2020 della Formula 1 che appare, almeno al momento, piuttosto bloccato, gli unici spunti d’interesse, paradossalmente, giungono proprio dai top team. In casa Ferrari, non è in discussione il posto del talentino Charles Leclerc, mentre i dubbi, semmai, sorgono dalle indiscrezioni sul possibile ritiro di Sebastian Vettel: di vere e proprie trattative per la sua sostituzione, al momento, non ce ne sono, anche se è circolato il nome di Daniel Ricciardo e si è parlato anche di potenziali clamorosi ritorni di Fernando Alonso e Kimi Raikkonen.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Ma la squadra che attira maggiormente l’attenzione è, anche in questo caso, la Mercedes. Blindatissimo il capitano Lewis Hamilton, per Valtteri Bottas invece il contratto è in scadenza a fine anno. I suoi risultati in questa stagione sono stati buoni, ma non eccezionali: per questo la decisione di rinnovarlo avrebbe una sua logica, ma non ci si potrebbe stupire nemmeno se invece le Frecce d’argento puntassero su un altro pilota. E, in questo caso, il nome in cima alla lista dei candidati è uno e uno solo: Max Verstappen.

Il team principal dei campioni del mondo in carica, Toto Wolff, non ha mai nascosto i suoi interessi nei confronti del baby fenomeno olandese della Red Bull, con il quale flirta ormai almeno da un paio di anni. Anche il figlio d’arte, naturalmente, è legato ai Bibitari ancora per un altro campionato, ma potrebbe avvalersi di una clausola che gli permette di svincolarsi in caso di mancato raggiungimento di risultati soddisfacenti. Ma Verstappen non è l’unico che bussa alla porta di Brackley.

Esteban Ocon, il baby Mercedes che piace anche ad altri team

In fila per assicurarsi il sedile più ambìto della Formula 1 ci sono anche il solito Alonso e perfino Vettel (più una suggestione di fantamercato che un’ipotesi realistica). Ma, soprattutto, c’è Esteban Ocon, interessante giovane del vivaio della Stella a tre punte, che fino alla scorsa stagione è stato dato in prestito alla Force India e da questo 2019 è tornato alla base, ma nel ruolo di collaudatore. Il 22enne francese sta facendo di tutto per dimostrare ai suoi datori di lavoro che si merita la promozione a titolare, eppure la Mercedes non pare ancora così convinta.

Se per lui non si spalancassero le porte del team ufficiale, allora l’alternativa per tornare a correre sarebbe quella di essere nuovamente girato ad un’altra squadra: idea alla quale la Casa tedesca non si opporrebbe, nemmeno se la scuderia in questione non utilizzasse i suoi motori. Il team più interessato ad Ocon è infatti motorizzato Ferrari, ed è l’americana Haas, in cerca di un sostituto per Romain Grosjean con cui è ormai apertamente in rotta. In alternativa si parla del transalpino anche come sostituto del deludente Robert Kubica alla Williams.

Il diretto interessato non smentisce: “Quel che mi interessa di più è poter correre di nuovo in Formula 1”, ha ammesso ai microfoni di Rmc Sport. “Per me è difficile quest’anno restare a guardare. Quando ho ricevuto la notizia che non sarei stato tra i venti piloti sulla griglia, è stata dura da ingoiare, specialmente perché le mie prestazioni erano ottime. Tutte le opzioni restano vive: la Mercedes è aperta anche a darmi in prestito ad un altro costruttore di motori. Il mio obiettivo principale è correre nel team ufficiale Mercedes, ma tutto è possibile. Finché sono al centro delle voci, è un fatto positivo: dimostra che la F1 non mi ha dimenticato. Il mio management sta lavorando sodo per trovare la soluzione giusta per me, spero solo che ci riescano rapidamente”.

Fabrizio Corgnati