Sebastian Vettel (©Getty Images)

F1 | Horner: “Vettel tornerà in Red Bull”. La risposta di Binotto

Il Gp di Silverstone di due weekend fa ha rappresentato il perfetto riassunto di ciò che è stato finora il 2019 di Sebastian Vettel. Una sorta di prosieguo del 2018 a partire da Monza che già lo aveva visto protagonista continuo di episodi di nervosismo ed errori clamorosi.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Così, calato il sipario sul round inglese che ha premiato ancora una volta la Mercedes e e prodotto l’ennesimo svarione del tedesco, 16esimo alla bandiera a scacchi dopo un contatto con Max Verstappen, il team principal della Ferrari Mattia Binotto ha provato a giustificare, ma al contempo a pungolare il driver di Heppeheim nella speranza di poter ottenere effetti positivi sin da questa domenica in Germania.

Sa di aver sbagliato nelle Midlands ed infatti si è scusato“, ha dichiarato l’ingegnere di origine elvetica a Canal +. “In questo modo abbiamo perso tanti punti importanti sia per quanto concerne la classifica piloti, sia per quella costruttori, tuttavia Seb avrà sempre il nostro appoggio. E’ fondamentale ora che ritrovi la motivazione e reagisca“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Se dopo 10 gare il quattro volte iridato vanta un bottino di 123 punti, il compagno di box Charles Leclerc è appena 3 lunghezze indietro. Un gap risicato che a breve potrebbe portare al sorpasso e forse ad un cambio delle gerarchie interne. “Sul da farsi ci rifletteremo quando accadrà, per adesso pensiamo ad Hockenheim. Lì adatteremo la strategia alle circostanze di corsa”.

Infine sul futuro del #5 e sulle dichiarazioni criptiche del boss Red Bull Christian Horner che avrebbe parlato di un suo ritorno nella scuderia energetica, Binotto ha precisato: “Sebastian ha un contratto con noi fino al termine del 2020, di conseguenza non ci sono trattative in atto. Credo che lui si trovi bene con noi, anche se sarebbe più felice di vincere. Sono abbastanza sicuro dei suoi obiettivi con la Ferrari“.

Chiara Rainis