Superbike 2020, Ten Kate raddoppia: tante opzioni per affiancare Baz

0
250
loris baz superbike ten kate yamaha
Loris Baz (Getty Images)

Certamente positivo il rientro del team Ten Kate e di Loris Baz nel campionato mondiale Superbike. Il ritorno è avvenuto solamente dal round di Jerez, prima non c’erano ancora le condizioni.

Scaricata dalla Honda a novembre 2018 dopo tanti anni di collaborazione, la squadra olandese non ha avuto sufficiente tempo per prendere parte alla stagione fin dall’inizio. Andava trovato l’accordo con un nuovo produttore e anche con gli sponsor. Solamente a inizio aprile è stata annunciata la partnership con Yamaha con annesso ingaggio di Baz come pilota.

L’esordio a Jerez ha portato dodicesimo posto in Gara 1 e un nono in Gara 2, con caduta nella Superpole Race. A Misano su pista umida sorprendente quarta posizione nella prima manche, poi due volte dodicesima nelle altre sull’asciutto. Quarto sotto la pioggia di Donington in Gara 1, poi quinto e sesto nelle successive manche asciutte. A Laguna Seca un ottavo e due settimi come piazzamenti.

Superbike, Ten Kate con due piloti nel 2020: chi con Baz?

Non male l’inizio di Baz e del team Ten Kate, che hanno avuto a disposizione una Yamaha R1 che si era già dimostrata competitiva e dunque c’erano buone aspettative sul pacchetto complessivo. Il pilota francese aveva già esperienza in Superbike e i suoi risultati non hanno troppo sorpreso la squadra olandese, che conta su un supporto diretto da parte della casa di Iwata e si attendeva di fare bene.

L’obiettivo è di continuare a migliorare nei restanti quattro round del campionato, per poi concentrarsi pienamente sul 2020. In vista della prossima stagione l’intenzione del team Ten Kate è quello di raddoppiare, ovvero di disporre di due piloti e non di uno solo. La priorità sarebbe intanto quella di confermare Baz. Il team manager Kervin Bos non ha nascosto la volontà di rinnovare il contratto in scadenza a fine anno: «Sarebbe strano e deludente se non dovessimo continuare insieme – ha dichiarato a Speedweek -. Siamo contenti di lui e Loris è felice nella squadra».

Baz non ha particolare motivo per decidere di cambiare squadra, dopo Laguna Seca ha fatto già trapelare la possibilità di restare: «Mi piace molto lavorare con questo team. E’ passato del tempo dall’ultima volta nella quale mi sentivo così a mio agio con squadra e moto». Salvo sorprese, il rider francese firmerà il rinnovo di contratto.

Resta da capire chi potrebbe affiancarlo nel 2020. Stanno circolando diversi nomi. C’è Alex Lowes, che potrebbe essere “appiedato” dal team Pata Yamaha WorldSBK. Attenzione pure a Leon Haslam, attualmente compagno di Jonathan Rea in Kawasaki. Potrebbero essere sul mercato anche piloti come Eugene Laverty, Jordi Torres e Leon Camier. Bos non ha escluso sorprese: «Guardiamo anche altri paddock, siamo sempre stati degli outsider e abbiamo cercato di avere piloti dal grande potenziale. Osserviamo anche BSB e MotoAmerica».

Per quanto riguarda il British Superbike Championship, è quello di Xavi Fores uno dei profili che può interessare al team Ten Kate. Non è più giovanissimo, ha quasi 34 anni, ma nel WorldSBK ha fatto già ottime cose in Ducati e si sta comportando bene pure nel BSB con la Honda. La stessa casa di Tokio potrebbe, però, puntare su di lui per il 2020. Dalla MotoAmerica, invece, potrebbe interessare Cameron Beaubier, tra le stelle del campionato americano Superbike proprio con la Yamaha e desideroso di mettersi alla prova nel Mondiale.

 

Matteo Bellan