Jeremy Clarkson (©Getty Images)

F1 | Presentatore di Top Gear contro Ferrari e Mercedes. Ecco perché

Istrionico, politicamente scorretto e molto amato dal pubblico che lo ha appena nominato miglior conduttore della storia di Top Gear, Jeremy Clarkson è stato protagonista di un attacco frontale e senza giri di parole al Circus moderno, o comunque a quello più attuale.

Secondo il britannico, cacciato anni fa dalla BBC dalla trasmissione per affermazioni razziste e per aver aggredito un membro della produzione, ci sarebbero due squadre sullo schieramento che avrebbero rovinato la serie.

Sul suo canale YouTube il 59enne ha dichiarato di trovare più divertente guardare una pianta di fiori crescere, che una gara F1 sostenendo poi che bisognerebbe prendere esempio da altre discipline.

A mio avviso andrebbero rimossi i commissari“, la sua proposta. “La gente vuole vedere la guida pericolosa. Per quanto mi riguarda a chi va oltre il limite darei 5 punti extra“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

“In secondo luogo le vetture dovrebbero essere più resistenti e capaci di sopportare i ruota a ruota senza che saltino via i pezzi di ala. Quindi, la FIA, dovrebbe seguire quanto fatto dal cricket che ha saputo trasformare uno sport noioso in qualcosa di eccitante“, ha proseguito nella sua colorita disamina.

Ormai molte manovre vengono effettuate al pit stop. Dunque, f*****o a tutti. Io vorrei assistere di nuovo a battaglie come le ruotate tra Gilles Villeneuve e René Arnoux nell’ultimo giro del GP di Francia. E se alla Ferrari non va bene che si f***a“, è andato avanti nell’invettiva. “Anche la Mercedes può andare a farsi f*****e“.

“Il Cavallino, così come le Frecce d’Argento sostengono di dover rispettare delle strategie di marketing. Ma che vadano tutti a quel paese. Facciamo tornare la F1  un vero sport e non un esercizio sano e sicuro“, ha concluso l’anchorman di Doncaster.

Chiara Rainis