aereo
(foto dal web)

A seguito di un concreto rischio di attentato terroristico la compagnia aerea British Airways e in seguito la Lufthansa hanno deciso di cancellare i voli in partenza dal Regno Unito e diretti a Il Cairo, Egitto, per una settimana.

La notizia del rischio di un attentato terroristico diramata dal Foreign Office sembrerebbe rappresentare una minaccia concreta ed attuale; per questo motivo la British Airways e la Lufthansa hanno deciso di cancellare i voli in partenza dal Regno Unito e diretti a Il Cairo, Egitto, per una settimana.

Rischio attentato terroristico: la British Airways cancella i voli per Il Cairo, segue la Lufthansa

La notizia è stata diramata ieri sera dall’emittente britannica BBC, la quale ha riportato le parole del portavoce della compagnia aerea British Airways. L’annuncio della cancellazione dei voli ha riguardato già nella serata di ieri un areo in fase di decollo da Heathrow  con a bordo numerosi passeggeri diretti nella capitale egiziana de Il Cairo. Stando a quanto riportato dalla redazione di Fanpage, il portavoce della compagnia avrebbe dichiarato: “Noi riesaminiamo costantemente gli accorgimenti sulla sicurezza dei nostri aeroporti in giro per il mondo e abbiamo sospeso i collegamenti con il Cairo per sette giorni a scopo precauzionale, in modo da consentirci ulteriori valutazioni“. La compagnia avrebbe altresì dichiarato: “La tutela e la sicurezza dei nostri passeggeri ed equipaggi è sempre la nostra priorità e non non faremmo mai volare un aereo a meno che non sia perfettamente sicuro “. Sulla possibilità di un imminente attacco terroristico si è espresso anche il Ministro degli Esteri Inglese, Jeremy Hunt, il quale ha confermato lo stato d’allerta ed ha annunciato misure di sicurezza per tutti i voli in partenza dall’Egitto al Regno Unito. Al momento le uniche compagnie aeree ad aver adottato tale drastica misura sembrerebbero la British Airwais e la Lufthansa, ma non è escluso che altri vettori potrebbero prendere i medesimi provvedimenti.

Queste straordinarie misure di sicurezza, nonché la possibilità del verificarsi di un attacco terroristico, si inseriscono in un contesto particolarmente teso per il Regno Unito. Una petroliera inglese, la Stena Impero, lunga 183 metri e con una ventina di persone dell’equipaggio, nessuna delle quali di nazionalità britannica, è stata sequestrata nella giornata di ieri dalle Guardie Rivoluzionarie Iraniane. Secondo i media ufficiali di Teheran, riporta la redazione di Money.it, la Stena Impero avrebbe compiuto tre violazioni: spento il GPS, attraversato lo Stretto nel tratto sbagliato, e ignorato gli avvertimenti. Di certo il sequestro della petroliera, geograficamente parlando, resta lontano dall’Egitto ma non è escluso che la necessità avvertita di aumentare la sicurezza aerea per i voli da e per il paese nord africano non sia collegata a quanto accaduto nelle acque iraniane.

Leggi anche —> Lutto nel mondo del cinema, muore l’artista di Mine Vaganti