Terremoto
Un terremoto ha colpito la Sicilia ieri: la scossa è stata non rilevante (foto dal web)

Uno sciame sismico pressoché ininterrotto si sta verificando sin dalla prima serata di ieri. Il territorio colpito dal terremoto è in Sicilia.

Diverse scosse di terremoto hanno fatto tremare l’area antistante Agrigento nelle ultime ore. I sismografi dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia hanno registrato ben 8 sismi nelle ultime 12 ore. In particolare gli eventi si sono verificati all’interno del territorio di Menfi, nella provincia agrigentina, in piena Valle del Belice. Si tratta degli stessi posti colpiti da un forte e tragico movimento tellurico nel 1968 che distrusse ogni cosa e fece anche delle vittime. Le apparecchiature dell’INGV hanno segnalato un primo terremoto durante la serata di ieri, alle ore 20:57. In quella circostanza la magnitudo era stata alquanto lieve, di 2.4°.

LEGGI ANCHE –> Nadia Toffa, è silenzio social: “Viso smorto, la chemio toglie forze” – FOTO

Terremoto, sciame sismico ad Agrigento tra ieri ed oggi

L’epicentro è stato individuato a 6 km ad est di Menfi. Poi ci sono stati altri fenomeni naturali. Nell’ordine alle ore 21:03 (intensità 1.4), alle 21:43 (2.2), alle 23:35 (2.1), alle 23:44 (1.3) e poi ancora questa mattina alle 4:55 (2.0) ed alle 7:55 (1.2). Ha chiuso il conto una scossa di magnitudo 2.3 alle 8:49 di stamani, con lo sciame sismico avvertito in maniera distinta anche nei comuni vicini. La rilevanza di quanto successo, in termini di potenza, è stata abbastanza bassa come detto. Proprio in virtù di ciò non si registrano danni a cose o persone, anche se non sono mancate persone che hanno deciso di uscire di casa e di scendere in strada. Proprio a Menfi tra il 15 ed il 16 luglio scorsi si erano verificate altre due scosse, tutte e due di magnitudo pari ad intensità 2.5. Ma altre scosse, tutte relativamente leggere, si verificano ogni giorno in tutta Italia.

LEGGI ANCHE –> Ragazzi morti: stavano cambiando una ruota e un’auto li ha travolti