Polizia
Polizia (foto dal web)

La Polizia ha fermato un ragazzo romeno di 25 anni sospettato di essere tra i responsabili dello stupro di gruppo avvenuto a maggio davanti ad una discoteca di Roma ai danni di una studentessa 21enne.

Gli agenti della Squadra Mobile della polizia di Roma hanno fermato un cittadino romeno di 25 anni che sarebbe sospettato dello stupro di gruppo avvenuto lo scorso maggio davanti ad una nota discoteca della capitale. Il gravissimo episodio era stato denunciato dalla stessa vittima, una studentessa 21enne di origine etiope in Italia da diverso tempo. Il fermo è adesso in attesa di convalida da parte del Giudice per le indagini preliminari che dovrà esprimersi nelle prossime ore. Continuano intanto le indagini degli investigatori per rintracciare gli altri due membri del gruppo che avrebbe abusato della 21enne.

Stupro di gruppo fuori da una discoteca di Roma: fermato un 25enne romeno

Un ragazzo di 25 anni è stato fermato dagli agenti della Squadra Mobile della polizia di Roma. Il cittadino romeno sarebbe stato ritenuto, a seguito dell’attività di indagine, tra i responsabili dello stupro di gruppo verificatosi nella notte tra sabato 18 e domenica 19 maggio nei pressi di una nota discoteca della capitale, il Factory, nella zona dello stadio Olimpico. A denunciare l’accaduto era stata la stessa vittima, una giovane studentessa di 21 anni di origine etiope, ma in Italia da diverso tempo. La studentessa aveva raccontato di aver conosciuto un ragazzo all’interno del locale che l’ha invitata ad uscire all’esterno. Una volta fuori dal club, insieme ad altri due aguzzini, il ragazzo ha trascinato la 21enne in uno sgabuzzino dove sarebbe avvenuto lo stupro di gruppo. Secondo quanto riportato dalla redazione di Leggo, il fermo del 25enne è scattato dopo che gli inquirenti hanno raccolto a suo carico gravi indizi durante la fase d’indagine svolta dalla IV Sezione Reati Sessuali e in Danno di Minori della Squadra Mobile, coordinata dai Magistrati del Gruppo Antiviolenza della Procura della Repubblica. Adesso il fermo per il reato di violenza sessuale di gruppo aggravata sarà sottoposto alla convalida del Gip nel corso delle prossime ore, mentre gli investigatori proseguono le indagini per cercare di rintracciare gli altri due responsabili dello stupro di gruppo.

Leggi anche —> Dramma nella notte: il tragico ritrovamento dei soccorsi