Dramma nella notte: il tragico ritrovamento dei soccorsi

bambina uccisa coppia anziani
Ambulanza (foto dal web)

Un ragazzo di 28 anni è stato ritrovato senza vita in una piscina pubblica di Milano dai soccorsi e dalla forze dell’ordine, allertati da una chiamata.

Durante la scorsa notte, un ragazzo di 28 anni è stato ritrovato senza vita all’interno di una piscina pubblica di Milano. Ad avvertire i soccorsi e le forze dell’ordine è stata una ragazza che ha chiamato il 112 intorno alle 3:20 che non è ancora chiaro se si trovasse con la vittima al momento della tragedia. Sul posto, in una vasca esterna all’impianto Milanosport sita in via Sant’Abbondio, sono arrivati immediatamente gli agenti della Polizia di Stato ed il personale del 118 che non ha potuto far altro che constatare il decesso del 28enne. Sul corpo non sembrano essere state trovate tracce di violenza e gli inquirenti che hanno avviato le indagini sembra siano orientati verso l’ipotesi di un bagno notturno da parte di alcuni ragazzi finito in tragedia.

Ragazzo ritrovato senza vita in una piscina: indaga la polizia

Un ragazzo di 28 anni è stato ritrovato senza vita in una piscina pubblica di Milano durante la scorsa notte. A segnalare quanto accaduto, secondo quanto riportato dalla stampa locale e dalla redazione de Il Corriere della Sera, sarebbe stata una ragazza che ha chiamato il 112. Immediatamente sul posto, in una struttura comunale gestita da Milanosport in via Sant’Abbondio, intorno alle 3:20, sono giunte le volanti della Polizia e i soccorritori del 118 e i sommozzatori dei vigili del fuoco. Recuperato il corpo dai pompieri, il personale medico non ha potuto far altro che constatare il decesso del 28enne, identificato in seguito dalla polizia che ha avviato le indagini per ricostruire quanto accaduto. Sul cadavere, dai primi accertamenti, come raccontato dal Corriere della Sera, non ci sarebbero tracce di violenza e l’ipotesi più accreditata al vaglio degli inquirenti è quella di un malore durante una bravata: un bagno notturno mentre la piscina era chiusa. Sulla salma, trasferita in obitorio a disposizione dell’autorità giudiziaria, è stata già disposta l’autopsia.  Gli investigatori hanno rintracciato anche la ragazza che ha effettuato la telefonata al 112.

Leggi anche —> Picchia in strada una bambina di 2 anni: arrestata babysitter