Scopre le chat per adulti della moglie, marito si vendica con uno spasimante

0
1012
Computer Facebook Google
(foto dal web)

Un uomo di 40 anni, dopo aver scoperto le chat per adulti frequentate dalla moglie, ha dato appuntamento ad un suo spasimante e si è vendicato speronandogli l’auto. Il 40enne è stato denunciato a piede libero dai carabinieri.

Avrebbe agito per vendetta un operaio di 40 anni denunciato dai carabinieri a Samarate, comune in provincia di Varese, per aver danneggiato l’auto di un 45enne. L’operaio, già noto alle forze dell’ordine, dopo aver scoperto le chat per adulti che frequentava la moglie, ha dato appuntamento allo spasimante e poi gli ha danneggiato la fiancata della vettura speronandolo. Il 45enne riuscito a fuggire si è immediatamente recato dai militari dell’Arma per denunciare quanto accaduto.

Leggi anche —> Cuginetti investiti dal Suv: “Mai visto così tanto sangue in vita mia”

Scopre le chat per adulti della moglie e si sperona l’auto dello spasimante: operaio 40enne denunciato a piede libero

Un operaio di 40 anni di Busto Arsizio (Varese) è stato denunciato a piede libero dai carabinieri per sostituzione di persona, violenza privata e danneggiamento. Secondo la ricostruzione effettuata dagli inquirenti e riportata dalla stampa locale e dalla redazione del quotidiano La Repubblica, i fatti si sarebbero svolti lo scorso maggio; l’uomo aveva scoperto la chat per adulti che frequentava la consorte e, dopo aver rubato le credenziali a quest’ultima, era riuscito ad entrare nel suo profilo. L’operaio si è accorto che la moglie aveva avviato da tempo una corrispondenza con un 45enne della provincia di Varese e ha deciso di fargliela pagare dandogli appuntamento al cimitero di Samarate (Varese). Inconsapevole lo spasimante 45enne si è presentato all’incontro, ma si è ritrovato difronte l’uomo che lo ha speronato con la propria auto danneggiandogli la fiancata della vettura. Il 45enne è riuscito a fuggire dall’aggressione recandosi presso la caserma dei carabinieri del posto per denunciare quanto accaduto. L’episodio si è verificato a maggio di quest’anno e dopo le indagini dei militari dell’Arma, l’operaio 40enne è stato denunciato a piede libero.

Leggi anche —> Caso Stefano Marinoni: il giallo sulla morte del 22enne si infittisce

Leggi anche —> Incidente a Jesolo, il racconto della supertestimone: “Sono viva per sei minuti”