Sergio Marchionne (©Getty Images)

F1 | La scuola di Amatrice sarà dedicata a Sergio Marchionne

Sin da subito estromesso da qualunque pensiero o ricordo da parte della scuderia di F1, ad un anno di distanza dalla sua prematura scomparsa avvenuta il 25 luglio, Sergio Marchionne ha ricevuto almeno un omaggio alla sua professionalità.

In occasione dalla visita del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Polo Scolastico Romolo Capranica di Amatrice, costruito dopo il noto terribile terremoto, si è presentato anche il boss del marchio Ferrari John Elkann.

A pochi giorni dal sisma la Casa di Maranello aveva messo all’asta l’unico esemplare della sua vettura stradale LaFerrari con l’intento di contribuire alla ricostruzione del paese ed infatti i 65 milioni di euro ricavati da quella battuta benefica sono serviti a creare da zero il complesso appena inaugurato.

Abbiamo voluto dare ad Amatrice un segno tangibile del nostro impegno e del nostro affetto per le famiglie del territorio“, le parole dell’erede della famiglia Agnelli. “Crediamo molto nel valore dell’istruzione. Così facendo abbiamo provato ad aiutare  la comunità a costruirsi un futuro con serenità e rappresenta un bel segnale di fiducia per l’Italia intera”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Il 43enne ha quindi ricordato l’allora presidente e amministratore delegato del brand modenese che, nel suo periodo ai vertici, aveva tentato di tenere alta la bandiera di un simbolo noto in tutto il mondo e di farlo rispettare nel Circus molto di più di quanto sta succedendo ora.

All’indomani del sisma, Marchionne volle immediatamente dare un contributo alla ricostruzione dell’area. A dodici mesi dalla morte, la giornata di oggi costituisce l’occasione migliore per ricordare le sue qualità umane e la sua sensibilità“, ha infine affermato.

Luca Barbonetti, preside del Polo Scolastico, ha poi avanzato la proposta di intitolare l’istituto alla memoria proprio dell’ex capo della Rossa.

Chiara Rainis