È salito a 33 il bilancio delle vittime decedute nell’incendio divampato a Kyoto, in Giappone, in uno studio di animazione.

Sale ancora il bilancio delle vittime dell’incendio divampato stamane a Kyoto nello studio di animazione della Kyoto Animation, importante casa di produzione di anime e manga giapponesi. L’ultimo bollettino diramato dai vigili del fuoco che si sono occupati di domare le fiamme parla di 33 vittime e decine di feriti che adesso si trovano ricoverati in ospedale con ustioni o perché intossicate dal fumo provocato dal rogo. Tra i feriti c’è anche il presunto responsabile, un 41enne che avrebbe confessato alle autorità che lo hanno arrestato di aver appiccato intenzionalmente l’incendio. Quello di stamane, secondo quanto riportato da Rai News, è il peggior omicidio di massa avvenuto in Giappone negli ultimi 20 anni. Il primo ministro Shinzo Abe ha commentato la tragedia pubblicando un post sul proprio profilo Twitter: “Oggi, nell’incendio doloso consumatosi a Kyoto, ci sono un gran numero di vittime, sono senza parole per la sofferenza. Prego per i defunti e vorrei esprimere la mia vicinanza alle persone ferite pregando per una loro rapida guarigione“.

Leggi anche —> Terrificante incendio in uno stabile: il bilancio è tragico