Incidente Jesolo
L’auto su cui viaggiavano i cinque ragazzi (foto dal web)

Il padre dell’unica ragazza sopravvissuta nell’incidente a Jesolo ha rilasciato alcune dichiarazioni alla redazione di Tgcom24 parlando della terribile tragedia.

L’incidente consumatosi a Jesolo nella notte tra sabato e domenica scorsa, nel quale sono morti quattro giovanissimi ragazzi, ha sconvolto la comunità veneziana, ma anche l’Italia intera. Delle cinque persone a bordo dell’auto quella maledetta sera solo una ragazza si è salvata, Giorgia, che adesso è ricoverata in ospedale non in gravi condizioni. Il padre di Giorgia ha rilasciato alcune dichiarazioni alla redazione di Tgcom24 commentando quanto accaduto.

Incidente mortale a Jesolo, il padre dell’unica sopravvissuta: “È come se avessi perso quattro figli”

Sono fortunato perché Giorgia è qui, ma è come se avessi perso quattro figli, gli amici di una vita di mia figlia“. Queste le parole del padre di Giorgia, l’unica ragazza sopravvissuta nel tragico incidente di sabato notte dove quattro ragazzi, i suoi amici ed il suo fidanzato, tutti tra i 22 ed i 23 anni hanno perso la vita, finendo in un canale sulla strada regionale 43 nei pressi di Jesolo. L’uomo ha poi ringraziato i ragazzi albanesi che, prima dell’intervento dei soccorritori, accorgendosi di quanto accaduto si sono tuffati in acqua ed hanno salvato la ragazza. “Ringrazio – le parole del padre di Giorgia riportate da Tgcom24anche quel ragazzo che ha agganciato la sua macchina a quella incidentata per tirarla fuori dall’acqua… ma il cavo si è rotto e non ha potuto far altro. Lo ringrazio tanto. Un grazie anche a quella signora che ha dato il telefono a mia figlia per chiamarmi. Grazie ai pompieri, alle forze dell’ordine al personale medico: siete stati tutti umani“. Giorgia è attualmente ricoverata in ospedale con ferite non gravi e le sue condizioni non destano preoccupazione. “Mia figlia continua a ripetere: ‘Eravamo tranquilli, stavamo tornando a casa, fino a quando siamo stati urtati da una macchina’“. Per quanto accaduto è stato fermato un cittadino romeno di 26 anni residente a Musile di Piave e accusato di omicidio stradale plurimo e omissione di soccorso.

Leggi anche —> Tragico incidente a Jesolo: “Un’auto arrivava a tutta velocità, poi un botto tremendo”