Sebastian Vettel scende dalla Ferrari dopo il GP di Gran Bretagna di F1 2019 a Silverstone (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel scende dalla Ferrari dopo il GP di Gran Bretagna di F1 2019 a Silverstone (Foto Ferrari)

F1 | Tutti contro Seb Vettel. I grandi ex lo accusano, lo difende solo… Hamilton

Ora Sebastian Vettel è davvero nell’occhio del ciclone. Se già in precedenza era nel mirino delle critiche per i suoi troppi errori commessi sotto pressione, il pasticcio di Silverstone, quando ha tamponato l’incolpevole Max Verstappen compromettendo la gara di entrambi, non ha fatto altro che alzare il livello dell’intensità degli attacchi rivolti al campione tedesco della Ferrari.

Gli attacchi degli ex piloti

Non solo, infatti, il quattro volte iridato è stato contestato da quasi tutta la stampa specializzata italiana in coro, ma anche i suoi illustri ex colleghi hanno rivolto parole di fuoco nei suoi confronti. Uno tra i più duri è stato David Coulthard, che ha paragonato gli attuali problemi di Vettel agli ultimi giorni di carriera di Michael Schumacher: “Quando ho visto come Sebastian ha tamponato Max, mi è venuto in mente Schumacher”, ha dichiarato Coulthard alla stampa tedesca. “Il tedesco, sul finire della propria carriera, ha più volte sbattuto contro altre monoposto. Non si rendeva conto che quelli davanti a lui frenavano prima: è questo il minimo comun denominatore tra di loro”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

L’episodio a cui fa riferimento l’ex pilota scozzese risale al 2012, quando Schumacher, che in quell’epoca guidava la Mercedes, tamponò prima Bruno Senna a Barcellona e poi Jean-Eric Vergne a Singapore. C’è da dire che allora Schumacher aveva 43 anni compiuti, mentre oggi Seb ne ha appena 32. Eppure, stando alle sprezzanti dichiarazioni di Coulthard, anche Vettel potrebbe essere ormai avviato verso una prematura conclusione della sua carriera in F1.

Leggi anche -> Seb Vettel, l’ennesimo disastro: il VIDEO dell’autoscontro con Verstappen

Oppure, comunque, verso la perdita del ruolo di prima guida in Ferrari. Questo è quanto sostiene un altro ex pilota come Ralf Schumacher, secondo cui gli scenari che Vettel si trova davanti sono tre: l’addio volontario a Maranello, il licenziamento o addirittura il ritiro dalle corse. “Sebastian deve stare attento a non perdere lo status di numero 1”, ha dichiarato il fratello minore di Michael Schumacher ai microfoni della versione tedesca di Sky Sport. “E questo è quasi successo. Charles non gli sta rendendo la vita facile”.

Se Lewis Hamilton si schiera con Sebastian Vettel

In questa raffica di critiche che stanno facendo montare la pressione su Sebastian Vettel, l’unica difesa d’ufficio è quella giunta, paradossalmente, proprio dal suo principale rivale, Lewis Hamilton: “Lui è uno dei grandi di questo sport e tornerà ancora più forte di prima, ne sono sicuro”, ha commentato il pilota della Mercedes all’agenzia di stampa Dpa. “Questo è ciò che fanno i grandi atleti, e lui è uno di loro”.

Fabrizio Corgnati