Medusa gigante
La Rhizostoma pulmo, più comunemente nota come Polmone di mare (foto dal web)

Una medusa gigante è stata avvistata in Cornovaglia; il suo nome è Rhizostoma pulmo, più comunemente nota come Polmone di mare. Possibile presenza anche in Italia.

Un incontro sconvolgente quello avvenuto tra alcuni sub, al largo di Falmouth, in Cornovaglia, ed una medusa dalle dimensioni epiche. L’animale il cui nome scientifico è Rhizostoma pulmo, è più comunemente noto come Polmone di mare. Gli scatti hanno fatto il giro del web.

Incontro tra una medusa gigante ed un gruppo di sub: le foto fanno il giro del web

Un ritrovamento sconvolgente, quello fatto da un gruppo di sub al largo di Falmouth, in Cornovaglia, il quale si è imbattuto in una medusa gigante, dalle dimensioni pari a quelle di un uomo. Lo strano animale, noto come Polmone di Mare, ha sconvolto gli avventori, tra questi c’era Lizzi Daly, la quale come riportato dalla redazione di Fanpage, avrebbe scritto sul proprio profilo Twitter: “Wow, stavamo facendo immersione a Falmouth ieri per concludere la Wild Ocean Week quando abbiamo incontrato questa gigantesco polmone di mare! Che modo straordinario di finire questa avventura sulla vita marina“.

Cos’è il Polmone di mare: dove trovarlo in Italia e quali rischi per l’uomo

Il polmone di mare, il cui nome scientifico è Rhizostoma pulmo, è una scifomedusa che presenta un cappello a forma semisferica dal quale si diramano otto prolungamenti di tessuto dai quali fuoriescono altrettanti tentacoli. Il nome comune, ossia polmone di mare, deriva dal modo in cui si muove il quale ricorda un polmone. Di norma la grandezza di questa medusa non supera i 60 centimetri di diametro ed i 10 chili di peso. Quella trovata a largo di Falmouth, è decisamente un esemplare che supera di gran lunga la media. Il polmone di mare, diversamente da quanto si potrebbe immaginare, è praticamente inoffensivo; un eventuale contatto potrebbe causare solo qualche arrossamento. È sconsigliato, tuttavia, avvicinarsi all’animale, considerato che i tentacoli cono pur sempre ricoperti di sostanza urticante. Il Polmone di mare potrebbe essere presente nelle acque italiane, con maggior probabilità nel Mediterraneo, sulle coste adriatiche e ioniche. Il periodo in cui potrebbe registrarsi la sua maggior presenze va da agosto a novembre, soprattutto nel Mare d’Irlanda e nel Baltico.

Leggi anche —> Il tecnico del Bologna, Sinisa Mihajlovic ha anticipato l’inizio delle cure contro la leucemia