La vittima Deborah Ballesio (foto dal web)

È terminata la fuga di Domenico Massari, l’uomo che lo scorso sabato 13 luglio, ha freddato l’ex moglie con cinque colpi di pistola, durante una serata karaoke, ferendo altre tre persone tra cui una bambina.

Domanico Massari, 54 anni, si è costituito questa notte nel carcere di Sanremo. L’uomo, dopo aver ucciso la ex moglie Deborah Ballesio durante una serata karaoke organizzata da quest’ultima presso l’Acquario di Savona, si era dato alla fuga con l’arma del delitto, allontanandosi a piedi e facendo perdere le proprie tracce. Massari, per attirare l’attenzione, una volta arrivato dinnanzi alla casa circondariale di Sanremo ha esploso, come riportato dalla redazione di Leggo, tre colpi in aria con la sua pistola. Gli inquirenti, per rintracciarlo, avevano anche divulgato una sua foto, appellandosi al senso civico dei cittadini che vedendolo avrebbero dovuto immediatamente avvertire le forze dell’ordine. Ma, come evidente, non ve ne è stato bisogno.

Costituito Domenico Massari: ha ucciso l’ex moglie durante un karaoke

Si è consegnato alla giustizia Domenico Massari, l’uomo che lo scorso sabato ha ucciso la ex moglie Deborah Ballesio, durante una serata karaoke organizzata da quest’ultima presso l’Acquario di Savona ed ha ferito altre tre persone presenti, tra cui una bambina. L’uomo di 54 anni, meccanico disoccupato ed ex carabiniere, sarebbe arrivato all’interno del ristorante in cui si stava svolgendo la serata entrando dalla spiaggia ed avrebbe iniziato a sparare con un pistola, esplodendo almeno sei colpi di pistola tutti rivolti verso la ex moglie. La donna raggiunta da diversi proiettili è deceduta mentre altre tre persone sono rimaste ferite: una ragazza ed una bambina, colpite di striscio ed una donna di 62 anni ad una gamba. Alcuni testimoni presenti al momento della tragedia hanno riferito che il 54enne prima di sparare avrebbe detto alla moglie: “ti ricordi di me?”. Il folle gesto di Domenico Massari, tuttavia non era isolato; già nel 2015 aveva dato fuoco al locale di lap dance ‘Follia’ di Altare, che la ex moglie gestiva e grazie ad un patteggiamento aveva scontato una pena di tre anni e due mesi per danneggiamenti e stalking. All’uomo era stato altresì imposto il divieto di avvicinarsi a Deborah Ballesio. Nelle prossime ore, Massari sarà sentito dagli inquirenti.

Leggi anche —> Grida alla ex moglie: “ti ricordi di me?”, poi il folle gesto