vedova nera

Un uomo di 50 anni è stato punto da una vedova nera mentre lavorava in giardino rischiando la vita: lo salvano in 40 minuti così.

Grande paura a Barletta per un uomo di 50 anni che ha rischiato la vita dopo essere stato punto da una malmignatta, appartenente alla famiglia della vedova nera, conosciuta anche con il nome scientifico di Latrodectus tredecimguttatus. A salvarlo è stato l’antidoto antiveleno che è stato inviato dal Centro Antiveleni di Pavia all’ospedale di Barletta.

Vedova nera punge un cinquentenne: salvo per miracolo

Un uomo di 50 anni mentre stava lavorando in un giardino, a Margherita di Savoia, piccola località in provincia di Barletta è stato colpito alla gamba da una vedova nera che gli ha provocato sudore, convulsioni, dolori articolari, muscolari e all’addome. Trasportato presso l’ospedale Dimiccoli di Barletta, è stato prontamente soccorso. La sua situazione, però, è apparsa subito critica. I medici, dopo aver intuito la causa del malessere dell’uomo hanno immediatamente chiesto l’intervento del Centro Antiveleni di Pavia che ha immediatamente inviato l’antidoto salvando così a vita all’uomo.

“A favorire il proliferare del pericoloso aracnide sono le alte temperature e l’umidita”, ha spiegato Carlo Locatelli, direttore del Centro nazionale Antiveleni ‘Maugeri’ di Pavia come si egge su portae Il Mattino di Foggia – “In Italia casi di questo tipo possono verificarsi nelle regioni con alte temperature come quelle del Sud, quando si manifesta un caldo precoce, forte umidita’. Questa annata e’ a rischio, proprio perche’ ci sono le condizioni tipiche che ne permettono la dischiusura delle uova e lo sviluppo delle larve“, ha detto il medico.