Cugini travolti dal Suv, l’autopsia di Alessio rivela tutto

La vicenda dei due cugini che sono stati travolti dal Suv ha paralizzato l’Italia, tutti sono rimasti lì col fiato sospeso a cercare di capire cosa fosse successo e come possono due persone morire così ingiustamente. I due sono stati travolti e falciato via da Rosario Greco, che è risultato positivo al test di alcol e droga. Alessio è morto sul colpo mentre il cugino ha dovuto subire una amputazione di entrambe le gambe. Gli indagati ora sono il conducente, la dottoressa e l’infermiere presenti sull’ambulanza che hanno prestato soccorso dopo la tragedia.

Addio a Teresa di Un Posto al Sole: ecco cosa hanno deciso di fare gli autori –> LEGGI QUI

Quanto emerso dall’autopsia di Alessio, quello morto sul colpo, che è stata fatta per verificare se ci fossero stati ritardi da parte dei soccorsi, ha confermato che per Alessio non ci sarebbe stato nulla da fare. L’auto lo ha travolto distaccandogli la gamba, gli ha causato una emorragia massiva e la morte sul colpo del piccolo.

La città di Vittoria si fermerà tra poco, alle ore 10:30 per dare l’ultimo saluto al piccolo Alessio che è morto a soli 11 anni. Tante polemiche per la decisione di affidare il funerale all’agenzia di pompe funebri appartenente ad un amico dei passeggeri del Suv.