Charles Leclerc (Getty Images)

F1 | Leclerc chiarisce i dubbi: “Ecco come andrà la gara”

In attesa di entrare in sala conferenza Charles Leclerc non era certo l’espressione della felicità. Sebbene ancora una volta il monegasco sia riuscito a mettersi alle spalle Sebastian Vettel, mediocre sesto, e sia stato diviso dalla pole position di Valtteri Bottas da meno di un decimo, la consapevolezza di poter fare poco in corsa gli ha tolto il sorriso.

Terzo al termine delle qualifiche di Silverstone e ormai confermato pilota più in palla in Ferrari, il 21enne ha voluto subito preparare i tifosi della Rossa ad un GP di rincorsa e forse addirittura fuori dalla top 3. In realtà che ci fosse poco da sperare il #16 lo aveva già dichiarato venerdì sera quando aveva parlato di una carenza di performance sul passo gara, camuffata soltanto sul giro secco dove la distanza dai diretti avversari non era così importante.

Avrei potuto fare meglio, tuttavia ammetto di essere rimasto sorpreso. Mi aspettavo di faticare di più ed invece ho concluso non troppo lontano dalle Mercedes“, ha affermato ricordando come ieri avesse individuato nelle Frecce d’Argento un irraggiungibile faro.

Quindi a proposito della scelta gomme per domenica Charles ha spiegato: “Avevamo pensato alle medie, poi però abbiamo cambiato idea e optato per le soft come in Austria. Visto che lì avevamo chiuso in seconda piazza siamo fiduciosi che anche qui potrà funzionare”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Tornando a quanto andato storto nella simulazione di gara, Leclerc ha voluto precisare: “Non è stata colpa delle coperture, ma del bilanciamento. Oggi pomeriggio invece siamo stati in grado di migliorare. Mi auguro che anche domani possa essere lo stesso. L’obiettivo resta avvicinarci il più possibile ai primi“.

E qui l’amara presa di coscienza. “Continuiamo a faticare nel primo settore e su questa pista pure le Red Bull si sono mostrate in palla, dunque non sarà facile“, ha messo le mani avanti.

Infine sulla mancata penalità a Max Verstappen nell’episodio con lui a Spielberg a tre tornate dal termine, il campione 2017 di F2 ha detto: “Io sono per la lotta in pista, ciò nonostante non sono contento della scarsa costanza nelle decisioni prese dai commissari“.

Chiara Rainis