Lewis Hamilton (Getty Images)

F1 | Hamilton risponde alle critiche di Rosberg: “Faccio ciò che voglio”

Per soli sei millesimi Lewis Hamilton ha mancato la pole position a Silverstone davanti ad un pubblico accorso in massa per lui. Una beffa clamorosa e inattesa, per cui non ha stupito vederlo abbattuto una volta uscito dall’abitacolo. Se poi a tutto ciò aggiungiamo che chi gli ha soffiato lo start al palo numero 87 è stato proprio il suo compagno di squadra Valtteri Bottas, possiamo perfettamente capire come per lui lo smacco sia stato un carico da novanta.

Alla fine è difficile dire se sarei riuscito a fare il miglior crono senza l’errore che ho commesso nel Q3“, ha dichiarato ai media presenti in conferenza raccontando i momenti decisivi dell’ultima fase della qualifica. “In ogni caso non importa. Congratulazioni al mio team-mate per quanto è riuscito a fare. Per me non è stata una sessione al top, ma domani sarà lunga e farò il possibile per recuperare la posizione”.

Parlando poi dei motivi di una forma non all’altezza delle previsioni, l’inglese ha spiegato: “Ieri avevamo lavorato su un assetto da gara, più che da giro secco, per cui ho preferito non apportare troppe modifiche in vista della corsa“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

In mezzo ad una serie di affermazioni di circostanza, Ham ha trovato il tempo per tirare fuori la sua vis polemica e controbattere alle critiche che via tv gli ha lanciato il suo ex collega di box Nico Rosberg.

Come molti protagonisti del paddock, anche il campione del mondo 2016 ha avuto da obiettare circa la vita da girovago dell’asso di Stevenage.

I miei cinque titoli non sono arrivati per caso“, ha ribattuto il 34enne. “Il lavoro per me è al primo posto e personalmente cerco sempre e comunque di essere preparato al massimo. Tuttavia faccio ciò che voglio. Non seguo cosa mi suggeriscono gli altri o cosa gli altri credono che dovrei fare, ed è proprio questo approccio che mi ha permesso di vincere quanto ho vinto“, ha concluso infastidito per le parole probabilmente inaspettate del tedesco.

Chiara Rainis