blocchi traffico

Codice della Strada: grandi novità su smartphone, droghe e cinture

La riforma al Codice della Strada è stata approvata dalla Commissione trasporti. Le modifiche più interessanti riguardano la maggior tutela degli utenti più vulnerabili della strada, come i bambini e i disabili. Novità anche per chi fa uso di sostanze stupefacenti.

Le strade scolastiche, in prossimità degli istituti scolastici, potranno essere tutelate dai comuni che avranno la facoltà di stabilire limiti di velocità e delimitare il traffico negli orari di ingresso e uscita degli alunni

Permesso rosa per le mamme: i comuni potranno predisporre apposite aree di sosta per i veicoli con un bambino di età non superiore a due anni munite del contrassegno “permesso rosa”.

Spazi per i disabili. Chi occuperà gli spazi dei disabili senza averne diritto si prevedono sanzioni più elevate, da un minimo di 161 fino a 647 euro. Inoltre raddoppiano i punti decurtati della patente che passano da 2 a 4.

Precedenza ai pedoni. Gli automobilisti dovranno dare precedenza non solo ai pedoni che hanno iniziato l’attraversamento della carreggiata, ma anche coloro che si accingono ad attraversare la strada. Una lieve differenza che fa la differenza: i veicoli devono fermarsi anche quando i pedoni sono in prossimità dell’attraversamento.

In ambulanza con un accompagnatore. Sulle autoambulanze sarà concesso trasportare un accompagnatore, ammesso che le caratteristiche del veicolo lo consentano.

Codice della Strada: casco, cinture, smartphone e sostanze stupefacenti

Casco e cinture di sicurezza. Sanzioni più pesanti per chi fa uso di sostanze, per i conducenti che non fanno indossare le cinture ai passeggeri o per chi non fa indossare il casco al passeggero. Del mancato rispetto dell’obbligo di utilizzo delle cinture di sicurezza sugli autoveicoli da parte dei passeggeri e dei sistemi di ritenuta per bambini o del dispositivo di allarme anti-abbandono dei bambini, ne risponde il conducente.

Sospensione della patente per chi usa lo smartphone. Previste multe più alte per chi usa smartphone o altri apparecchi radiotelefonici che costringano, anche solo temporaneamente, ad allontanare le mani dal volante. Le sanzioni vanno da 422 a 1697 euro, a cui viene aggiunta la sanzione amministrativa accessoria della sospensione della patente da 7 giorni a 2 mesi. Se in un biennio viene commessa una seconda violazione la sanzione passa da un minimo di 644 a euro 2.588 e la sospensione della patente da 1 a 3 mesi. Raddoppiata la decurtazione dei punti dalla patente da 5 a 10.

Prelievi di saliva per chi fa uso di droghe. L’uso di sostanze stupefacenti o psicotrope potrà essere dimostrato attraverso prelievi di saliva presso laboratori accreditati, fissi o mobili. Oltre alle sanzioni previste, segue la revisione della patente di guida. Sanzioni più elevate per chi rifiuta di sottoporsi a questi esami.