Carabinieri
Carabinieri (foto dal web)

Madre e figlio rispettivamente di 68 anni e 87 anni sono stati ritrovati morti da diversi giorni nella loro abitazione a Ferrara nel pomeriggio di ieri. A chiamare le forze dell’ordine i vicini di casa allarmati per il forte odore.

Un agghiacciante ritrovamento è stato fatto dai vigili del fuoco ieri pomeriggio, mercoledì 10 luglio, A Ferrara. Una squadra dei pompieri, allarmata dai vicini che avevano sentito un forte odore, è intervenuta presso un’abitazione sita in via Barlaam 142 nel capoluogo di provincia emiliano. Una volta forzata la finestra, i vigili del fuoco sono entrati nell’appartamento ritrovandosi davanti ad una terribile scena: una madre ed un figlio riversi per terra privi di vita. I soccorritori hanno potuto solo constatare il decesso dei due, che era avvenuto ormai da diversi giorni. L’ipotesi più accreditata per gli inquirenti è che l’uomo 68enne sia deceduto a causa di un malore, mentre la madre, non autosufficiente, sia morta di stenti senza poter chiedere aiuto.

Madre e figlio ritrovati morti da diversi giorni in casa: forze dell’ordine allertate dai vicini

Due cadaveri all’interno di un appartamento sono stati ritrovati ieri pomeriggio dai vigili del fuoco a Ferrara. Intorno alle 18, una squadra di pompieri, secondo quanto riportato dalla redazione de Il Resto del Carlino, è intervenuta presso un’abitazione in via Barlaam 142. A contattare le forze dell’ordine erano stati i vicini di casa allarmati dal forte odore che proveniva dall’appartamento in questione. Una volta forzata la finestra, i vigili del fuoco hanno rinvenuto il cadavere di un uomo di 68 anni e di una donna 87enne ritrovati in due camere differenti, rispettivamente in cucina ed in salotto. Secondo i primi accertamenti, come riportato da Il Resto del Carlino, i due erano morti da diversi giorni. Sul posto sono sopraggiunti anche i sanitari del 118 ed i carabinieri, i quali si stanno occupando di ricostruire quanto accaduto all’interno dell’abitazione. L’ipotesi più accreditata è che il 68enne sia morto per un malore, mentre la madre, da tempo malata e non più autosufficiente di cui il figlio si prendeva cura sia deceduta di stenti non riuscendo a contattare qualcuno per chiedere aiuto. Le salme sono attualmente a disposizione dell’autorità giudiziaria che nelle prossime ore deciderà se disporre l’esame autoptico.

Leggi anche —> Lettera di minaccia indirizzata a Matteo Salvini: ecco cosa c’era al suo interno