Martin Donnelly (©GoFundMe)

F1 | Pilota del Circus rischia amputazione: lanciata una raccolta fondi

La vita l’aveva già rischiata anni fa quando correva. Quanto però è accaduto a Martin Donnelly di recente ha davvero dell’incredibile.

Di chi stiamo parlando – Il pilota Arrow e Lotus F1 a cavallo tra fine anni ’80 e inizio ’90, era stato protagonista di un terribile incidente in occasione delle prove del GP di Spagna del 1990 sul circuito di Jerez. A seguito del cedimento di una sospensione la Lotus 102 del nord-irlandese era andata ad impattare contro le barriere verso l’ultima curva. Il crash era stato talmente violento, si parla di 270 km/h, da disintegrare l’auto ma lasciare il corridore attaccato al sedile in mezzo alla pista mentre l’intero corpo del mezzo era volato via. In quel caso a risultare salvifico fu il soccorso da parte del dottor Sid Watkins. Ciò nonostante per lui ci fu un coma farmacologico di diverse settimane.

Un nuovo botto – A mettere di nuovo a rischio la vita di Donnelly sarebbe arrivato un incidente stradale molto grave. Il 55enne era in sella ad un motorino, in viaggio in cerca di fondi per un’associazione benefica britannica. Colpito da un’altra moto e finito in terra è stato condotto subito all’ospedale e lì sottoposto ad un’operazione chirurgica. Ora però, un’infezione in seguito sopraggiunta potrebbe costringerlo a farsi amputare la gamba sinistra.

Per questo un gruppo di amici dello sportivo di Belfast, capitanati da Jonathan Lewis, ossia il socio che avrebbe dovuto avviare con lui una scuderia, hanno lanciato un campagna di crowdfunding, GoFundMe.

Martin non ha mai fatto i soldi con la F1. Lavora ogni giorno per pagarsi da vivere. Nei giorni scorsi era partito con un motorino per girare l’Irlanda e raccogliere fondi per il Teenage Cancer Trust. Durante uno spostamento è caduto e adesso non è più in grado di lavorare”, si legge sullo straziante appello ufficiale.

Chiara Rainis