Autista Cotral picchia
Un frame del video divenuto virale

Un autista della Cotral, società di trasporti della Regione Lazio, avrebbe preso a calci e pugni un giovane di colore per farlo scendere dall’autobus. Il video della rissa è diventato virale, scatenando l’indignazione generale.

È successo lo scorso 8 luglio, intorno alle 22, al termine della corsa FerentinoStabilimento Fca di Piedimonte San Germano, provincia di Frosinone. Un autista della Cotral, l’azienda di trasporto su gomme della Regione Lazio, avrebbe aggredito un ragazzo di colore per farlo scendere dal bus che in quel momento era fuori servizio. Il video della rissa è divenuto subito virale, scatenando l’indignazione del web e della società Cotral Spa, la quale ha immediatamente espresso il proprio disappunto.

Autista Cotral picchia giovane di colore: il video diventa virale

Le immagini parlano chiaro, almeno per quanto riguarda l’accaduto, lasciando ovviamente ignote le motivazioni. Nel video si vede un autista della Cotral prendere a calci e pugni un uomo di colore, probabilmente al fine di farlo scendere dal bus che in quel momento risultava essere fuori servizio. Le immagini sono molto violente: ad una scarica di pugni segue un calcio allo sterno ed il giovane, probabilmente di origine africana, scende dal mezzo, evidentemente  tramortito. Questo è quanto sarebbe accaduto a termine della corsa Ferentino – Stabilimento Fca di Piedimonte San Germano, provincia di Frosinone. Stando a quanto riportato dalla redazione de Il Fatto Quotidiano, in seguito alla colluttazione sarebbe intervenuta sui luoghi un’ambulanza che avrebbe provveduto a medicare il giovane.

Il video della amara vicenda ha subito iniziato a circolare in rete, sicché la Cotral Spa è immediatamente intervenuta tramite la pubblicazione di una comunicazione ufficiale. “Il comportamento dell’autista che ha malmenato un passeggero nel tentativo di farlo scendere dal bus –riporta Il Fatto Quotidiano- è inaccettabile e l’azienda ha già attivato l’iter disciplinare previsto in queste circostanze. Cotral respinge con forza ogni forma di violenza, anche perché da una prima ricostruzione e dei fatti e dalle immagini del video apparso in rete si evince chiaramente che l’autista non si trovasse in alcuna situazione di pericolo”.

La società datrice di lavoro, insomma, si è subito dissociata dal gesto violento del proprio dipendente, sottolineando che l’autista in quel momento non si sarebbe trovato in una situazione di pericolo tale da giustificare i fatti compiuti. La redazione de Il Fatto Quotidiano, riporta inoltre che la società di trasporti avrebbe che il bus, il quale si vede nel video essere fuori servizio, si apprestava a recarsi presso il cancello 1 e riprendere la propria corsa. La Cotral Spa, come atto dovuto, valutare le misure da adottare nei confronti del proprio dipendente.