Giappone, grande utilizzo del car sharing, ma… non per guidare

0
53
Car sharing Giappone
Car sharing Giappone (image by Twitter)

Il giornale giapponese Asahi Shimbun ha raccontato l’inchiesta portata avanti da Orix, compagnia del car sharing in Giappone che sta ricevendo molte richieste ma non per guidare le automobili. Sì, perché da quanto emerso, i cittadini affittano le vetture ma non per spostarsi da una parte all’altra della città ma per altre attività. Sembra infatti che, sfruttando i prezzi molto bassi offerti per il car sharing, i cittadini sfruttino le vetture per dormire, mangiare, poggiare bagagli, lavorare o anche solo per ricaricare il proprio smartphone.

Per tutte le informazioni sulle novità delle auto e moto CLICCA QUI

Car sharing in Giappone, auto affittate ma non per guidare

Un problema per le compagnie che spesso guadagnano proprio sui chilometri percorsi da un utente con la vettura prenotata. Stando a quanto scritto dal Shimbun quindi le auto sono utilizzate per le attività più disparate, anche solo per rinfrescarsi durante il caldo estivo. Tutto questo grazie ai prezzi bassi offerti dalle compagnie. Il prezzo per l’affitto dell’auto per 30 minuti si aggira intorno ai 3,30 euro nel caso in cui non si percorrano chilometri alla guida. Una nuova funzione quindi per le auto che sembrano essere anche più economiche dei locali adibiti alle pause pranzo. Tutto questo fino a quando non ci sarà un cambiamento di tariffe da parte delle aziende.