Ritrovamento da brividi: centinaia di denti in un cassonetto – FOTO

0
154
Denti Roma
I denti umani ritrovati dal pensionato in un cassonetto di Roma (foto dal web)

Un uomo di 73 anni, ha rinvenuto in un cassonetto dei rifiuti centinaia di denti umani nei pressi di Viale Adriatico, a Roma.

Un pensionato di 73 anni, Mario Rancanella, ieri mattina intorno alle 12 si era recato presso i cassonetti dei rifiuti non molto distanti dalla propria abitazione.  Ad attenderlo una scena raccapricciante che l’uomo ha prontamente immortalato: centinaia di denti, fra incisivi e canini, all’interno dell’immondizia.

Roma, trova centinaia di denti nell’immondizia: uomo chiama la polizia

Come riportato dalla redazione di Adnkronos, Mario Rancella 73 anni, pensionato, avrebbe dichiarato: “Li ho fotografati in mattinata, verso le 12. Ho subito chiamato il numero unico di emergenza. Alle 14 è arrivata la polizia, mi ha identificato e ha trovato intorno ai cassonetti anche un contenitore in plastica con altri denti all’interno”. L’uomo ha, infatti rinvenuto in viale Adriatico, a Roma, intorno ai cassonetti all’altezza del civico 2 b, a Montesacro centinaia di denti. Secondo una prima ipotesi potrebbe trattarsi di un caso di rifiuti speciali smaltiti indebitamente da qualche studio dentistico della zona, tuttavia gli inquirenti al momento non escludono nessuna pista.

In breve tempo la notizia ha cominciato a circolare tra gli abitanti del quartiere, e le foto sono diventate virali sui gruppi social del municipio interessato e non solo. Del tutto prevedibile lo sdegno manifestato dai cittadini, i quali a causa dell’emergenza rifiuti, ogni giorno combattono con l’olezzo dell’immondizia, con la presenza di topi, scarafaggi, gabbiani ed in alcuni casi con i cinghiali, i quali rovistano nella spazzatura.

La risposta dell’Ama allo stato d’emergenza non si è fatta attendere con una proposta che ha scatenato l’indignazione dei romani. Come riportato dalla redazione di TPI, la neopresidente del Consiglio di Amministrazione della municipalizzata, Luisa Melara, ha invitato i cittadini romani a produrre meno immondizia ed a cercare di contenerne il versamento nei cassonetti: “Producete, meno immondizia. È necessario contenere al massimo la produzione dei rifiuti”. Ovviamente, il neopresidente voleva solo appellarsi al senso civico dei cittadini, ma le condizioni in cui versa la Capitale, con cataste di rifiuti ammucchiati che arrivano fino ai primi piani degli edifici, era quasi improbabile che una dichiarazione di tal genere potesse essere accolta con gaudio dagli abitanti di Roma.

Leggi anche — > Il coraggioso gesto di un tranviere salva una ragazza