MotoGP, Cal Crutchlow: “Il segreto del podio è sul retrotreno”

0
175
Cal Crutchlow
Getty Images

MotoGP, Cal Crutchlow: “Il segreto del podio è sul retrotreno”

Cal Crutchlow, nonostante l’infortunio ai legamenti al ginocchio dopo l’incidente di mercoledì prima di partire per la Germania, ha conquistato il secondo podio stagionale, piazzandosi alle spalle di Marc Márquez e Maverick Viñales. “Il team ha fatto un lavoro fantastico”,ha detto il britannico. “La mia ferita non era un problema e non ho mai voluto usarla come scusa. Sabato ho fatto uno stint con 28 giri e tempi nel range di 1’22.7. Era un ritmo che pensavo sarebbe stato il passo della gara”.

Nel finale Cal Crutchlow ha persino avuto l’occasione di sferrare l’attacco a Vinales, ma un errore lo ha condannato al terzo posto. “Nel mezzo della gara, ero più veloce di Maverick. Avevamo già otto o nove secondi di vantaggio sul gruppo dietro di noi. Ma avevo programmato un attacco a Maverick, circa cinque giri prima della fine della corsa. Il vento era così forte che la mia visiera si è alzata e i miei occhi iniziarono a piangere. Quindi ho dovuto battere le palpebre diverse volte e ho perso qualcosa contro Maverick. Ma poi ho ripreso e due giri prima della fine e ho sbagliato”.

Per quanto riguarda l’infortunio riportato giorni fa mentre si allenava in bici, Crutchlow lo vede come un buon segno: “Forse dovrò essere infortunato prima di ogni gara”, ha scherzato il pilota LCR Honda. Ma merito del successo è il lavoro svolto sul retrotreno della RC213V: “Stiamo facendo fatica a girare e oggi abbiamo trovato aiuto con il posteriore della moto. Attendo con ansia le prossime gare perché penso che la nostra moto sia forte a Brno e penso che sarà forte anche in Austria. La seconda parte della stagione è dove solitamente ho una corsa migliore, almeno fino all’Australia.”