Chiama i soccorsi per salvare il marito: tragedia nella tragedia

Ambulanza incidente
Ambulanza (foto dal web)

Due coniugi anziani sono morti a pochissima distanza uno dall’altro per la stessa ragione, un infarto, nella serata di ieri a Rivoli (Torino).

Una storia drammatica arriva dalla provincia di Torino, dove due anziani coniugi sono morti a pochissima distanza uno dall’altro per la stessa ragione. Una donna di 71 anni di Rivoli intorno alle 23 di ieri sera, domenica 7 luglio, ha contattato i soccorsi per chiedere intervento presso la propria abitazione dato che il marito 73enne aveva accusato un malore. All’arrivo dei soccorsi, mentre il personale medico stava rianimando l’uomo che era stato colpito da un infarto, anche il cuore della moglie ha smesso di battere ed i due sono morti a pochi minuti di distanza l’uno dall’altro davanti agli occhi del figlio che si trovava nell’abitazione.

Tragedia a Rivoli: coppia di coniugi anziani muore a poca l’uno dall’altro davanti agli occhi del figlio

Avevano trascorso una vita insieme, quasi 50 anni legati l’uno all’altro i due coniugi che ieri sono morti a pochi minuti di distanza l’uno dall’altro a Rivoli, comune in provincia di Torino. Intorno alle 23, secondo quanto riportato dalla redazione di Torino Today, una donna di 71 anni, Gina Morello ha contattato i soccorsi per chiedere aiuto dato che il marito aveva accusato un malore. Sul posto, un’abitazione sita in via Collegno 8, arrivano i soccorsi del 118 che provano a rianimare l’uomo, Alfredo Carbone di 73 anni che era stato soccorso anche dal figlio chiamato dalla donna. Mentre il personale medico, però prova a salvare la vita a Gino anche la moglie accusa un infarto ed il suo cuore smette di battere improvvisamente. Inutili tutti i tentativi dei medici di salvare la vita ai coniugi che l’anno prossimo avrebbero festeggiato le nozze d’oro. Il figlio ha rilasciato una dichiarazione alla redazione di Repubblica spiegando: “Mia madre è morta per il dolore. Lei e mio padre erano legatissimi. Dove trovavi uno, c’era anche l’altra. Ieri sera era preoccupatissima. Io le stavo parlando quando si è sentita male, le stavo dicendo che sarebbe andato tutto bene ma lei era molto intelligente e sapeva che non era così”.

Leggi anche —> Giovani ragazzi trascorrono la serata insieme ad una festa, poi la tragedia