ospedale bambina
Ospedale (Getty Images)

Una donna ha abbandonato il padre 80enne al Pronto Soccorso dell’Ospedale di Chiavasso, Torino, per poter partire per le vacanze. L’anziano si trovava nel nosocomio a causa del forte caldo.

Una donna ha accompagnato il padre presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di Chiavasso, Torino, e poi lo ha abbandonato: il tutto è successo perché doveva partire per un weekend al mare. L’anziano è stato affidato alle cure di un altro parente.

Donna abbandona il padre al Pronto Soccorso: doveva partire per il mare

Avrebbe abbandonato l’anziano padre al pronto soccorso perché doveva partire per un weekend al mare. È accaduto presso l’ospedale Chiasso, Torino. Stando a quanto riportato dalla redazione di Tgcom24, alcuni testimoni avrebbero raccontato che una donna sarebbe entrata al pronto soccorso spingendo una sedia a rotelle su cui si trovava il padre 80enne. Avrebbe, poi, posizionato la carrozzina accanto alle altre sedie della sala d’attesa e si sarebbe allontanata senza più ritornare. Dopo alcune ore trascorse da parte dei sanitari nel tentativo di cercare chi avesse accompagnato l’anziano, l’Asl TO4 è riuscito a mettersi in contatto con la donna la quale avrebbe riferito di trovarsi al mare, in Liguria. L’ottantenne era stato accompagnato presso la struttura ospedaliera, poiché stremato dal caldo, ma non era in condizioni di salute critiche. In seguito alle visite del caso, l’uomo è stato affidato alle cure di un altro familiare.

“Aspetto mia figlia”: la risposta dell’anziano ai medici

Come riportato dalla redazione de La Nuova Periferia, la donna si sarebbe recata insieme al padre al Pronto soccorso dell’Ospedale di Chiasso intorno alle 14. Avrebbe, poi, detto all’anziano: “Aspettami un attimo, vado a spostare la macchina e torno”. Ma in realtà, i piani della donna erano ben altri. L’uomo è rimasto in attesa della figlia per ore, fin quando alle 19 un’infermiera lo avrebbe notato e gli avrebbe chiesto per quale motivo si trovasse lì. L’ottantenne avrebbe risposto: “Aspetto mia figlia”. Tramite il racconto dell’uomo e delle testimonianze di alcuni presenti, l’Asl TO4 ha chiamato la donna, che ha ammesso di essersi recata al mare per qualche giorno. Potrebbe essere partita, dunque, una segnalazione ai servizi sociali.

Leggi anche —> Muore in un incidente a soli 24 anni: fidanzato salvo per miracolo