MotoGP, Marc Marquez: “Sono felice che Ducati sia in difficoltà”

0
732
Marc Marquez
Marc Marquez (Getty Images)

MotoGP, Marc Marquez: “Sono felice che Ducati sia in difficoltà”

Il leader del campionato mondiale Marc Márquez conquista la decima pole consecutiva sul tracciato del Sachsenring e adesso va a caccia della decima vittoria in terra tedesca. Contro ogni aspettative non dovrà vedersela con le Ducati di Dovizioso e Petrucci, ma con le Yamaha di Vinales e Quartararo. “I due piloti Yamaha accanto a me sono veloci. E le cose possono cambiare domenica”.

Con il tempo di 1’20″195 il Cabroncito ha segnato anche il nuovo record del circuito, distaccando gli inseguitori di oltre due decimi di secondo. “Ci siamo preparati per la gara dal venerdì in FP1, abbiamo provato tutte le gomme e preso una decisione preliminare per la gara in una fase molto precoce. Ad esempio, potremmo guidare con la mescola dura nella parte anteriore e nella parte posteriore. Ma non dobbiamo sentirci troppo sicuri, perché Quartararo e Viñales saranno veloci e coerenti in gara.”

I due colleghi accanto a Marc in prima fila non rappresentano un pericolo per la Coppa del Mondo, ma la stella della Honda spagnola farà di tutto per aumentare il suo vantaggio in campionato e firmare la decima vittoria consecutiva al Sachsenring. Gli avversari per il titolo, Danilo Petrucci e Andrea Dovizioso, sono solo 12° e 13° in griglia. “È vero che i due piloti Yamaha accanto a me sono in ottima forma e guidano molto bene. Ma non puoi ignorare Rins. Mi fa piacere che i miei due rivali Ducati stiano faticando, specialmente Dovi. Questo potrebbe essere decisivo. Comunque va bene per me, ma non voglio pensare alla decima vittoria qui, per me la Coppa del Mondo ha la precedenza. Vedremo cosa porterà la domenica. Se, per qualsiasi motivo, il grip diminuisce o le gomme si consumano troppo presto, perdo feeling e devo ripensare e portare a casa più punti possibili. Quindi è più importante che io rimanga il leader del campionato del mondo, un’altra vittoria al Sachsenring non è poi così significativa”.