Marc Marquez piega la sua Honda a 66 gradi durante le prove libere del Gran Premio di Germania al Sachsenring (Foto dal profilo Twitter di Marc Marquez)
Marc Marquez piega la sua Honda a 66 gradi durante le prove libere del Gran Premio di Germania al Sachsenring (Foto dal profilo Twitter di Marc Marquez)

MotoGP | Marc Marquez, l’ennesima impresa contro le leggi della fisica (VIDEO)

Ai salvataggi pazzeschi, alle cadute evitate per un millimetro, ai recuperi della moto quando sembrava ormai già per terra Marc Marquez ci ha abituato in più occasioni nel corso degli ultimi anni. Ma ogni volta è sempre una sorpresa, apparentemente anche per lui. Ieri, durante le prove libere del Gran Premio di Germania di MotoGP al Sachsenring, si è reso protagonista dell’ennesima di queste imprese contro ogni legge della fisica, riuscendo a far piegare la sua Honda addirittura con un angolo di ben 66 gradi.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Per gli appassionati è sempre un grande spettacolo, anche se il diretto interessato ha ammesso che gli piacerebbe molto evitare uno stile così rischioso in curva. Il motivo per cui è costretto ad utilizzarlo è la difficoltà a far curvare l’ultimo modello della Casa alata: “Se controllate un po’ quest’anno”, ha commentato Marquez nell’incontro con i giornalisti al termine del venerdì di prove, “stiamo piegando molto, anche troppo. E il motivo è che la moto non gira. Per questo cerco di usare questi angoli così pronunciati: non perché sia il mio stile di guida, non perché mi piaccia, ma perché devo. Stiamo cercando di migliorare le prestazioni in piega modificando il telaio”.

Infatti anche nel corso dei turni di ieri Marquez ha riprovato il nuovo chassis in fibra di carbonio, confrontandolo con la versione normale. Intanto, comunque, nonostante le difficoltà, sembra cavarsela alla grande anche con questo stile di guida: lo testimonia il fatto che nelle prove libere di ieri è stato il più veloce di tutti, e domenica andrà a caccia della sua decima vittoria consecutiva al Sachsenring.