Lavare le mani, ecco perché spesso sbagliamo tutto

0
591
Lavare le mani
Come ci si dovrebbe lavare le mani correttamente – FOTO: istock

Anche in un atto tanto semplice come il lavare le mani si riscontrano errori che vanno necessariamente corretti. Lo afferma un apposito studio.

Quello di lavare le mani è un gesto al quale non si dovrebbe mai rinunciare, e per diverse volte al giorno. Ciò rappresenta il più elementare fondamento di quello che è il principio di pulizia e di igiene personale. Eppure c’è un errore di fondo commesso da molti. Lo sostiene uno studio effettuato da alcuni ricercatori della ‘Rutgers University’. Ed i cui risultati sono stati pubblicati sul Journal of Foof Protection, una rivista specializzata di settore. In esso viene approfondito nello specifico il ruolo giocato da acqua calda e fredda nel processo del lavare le mani. Processo che deve culminare con la rimozione di germi e batteri. Entrambe le temperature sono efficace nell’assolvere a questo importante compito, come si è potuto stabilire nel corso di osservazioni prolungate nel tempo su 21 volontari durate all’incirca 6 mesi.

LEGGI ANCHE –> Pressione alta, i rimedi per contrastarla: quali cibi mangiare

Lavare le mani, cosa è emerso da questo studio

Le temperature dell’acqua rimanevano fisse a 15, 26 e 38° per tre gruppi composti ognuno da 7 persone. Ai quali naturalmente veniva chiesto di restare fisso su di uno solo tra questi valori. A fare la differenza è invece il tempo impiegato, che deve essere pari ad almeno 10 secondi per poter dire di avere le mani pulite. Ma si è potuto anche stabilire che l’acqua calda andrebbe utilizzata al minimo, per evitare sprechi. Il responsabile dello studio si è detto convinto che tali osservazioni dovrebbe persuadere chi di dovere “ad attuare un cambiamento normativo riguardo all’utilizzo di acqua calda”. E per una corretta procedura bisogna sciacquare per bene dita e spazi connessi, dorso, polsi e palmo delle mani in maniera approfondita.

LEGGI ANCHE –> Anziani morti, trovati mano nella mano dopo 50 anni di matrimonio