Entra in un negozio armato: tragedia nella serata

0
125
stalker incendio
Carabinieri (foto dal web)

Un 62enne ieri sera ha ucciso il titolare di un negozio a Cuneo a colpi di pistola e poi si è tolto la vita sparandosi in testa. Dell’omicidio suicidio si stanno occupando i carabinieri del capoluogo di provincia piemontese.

Dramma nella serata di ieri, giovedì 4 luglio, nel centro di Cuneo, dove un uomo è entrato in un esercizio commerciale ed ha ucciso il titolare a colpi di pistola, poi ha puntato l’arma contro se stesso e si è suicidato. Sul posto sono subito sopraggiunti i sanitari del 118 che non hanno potuto fare nulla per i due di cui è stato possibile constatare il decesso. Secondo quanto ricostruito sino ad ora dagli inquirenti, come riportato dalla redazione di Torino Today, a premere il grilletto sarebbe stato Germano Sciandra, un 62enne di Mondovì (Cuneo) e la vittima è Marco De Angelis, il titolare di 57 anni del negozio di articoli sportivi dove si è consumata la tragedia.

Omicidio suicidio a Cuneo: 62enne entra in un negozio, uccide il titolare e poi si suicida

Nella serata di ieri, giovedì 4 luglio, si è consumato un terribile omicidio suicidio nel centro di Cuneo. Un 62enne di Mondovì, Germano Sciandra è entrato in un negozio di articoli sportivi in via Ponza di San Martino ed ha sparato diversi colpi di pistola contro il titolare, Marco De Angelis di 57 anni, e poi si sarebbe suicidato. Secondo una prima ricostruzione riportata dalla stampa locale e da Rai News, De Angelis si trovava sulla soglia dell’esercizio commerciale quando il 62enne ha esploso tre colpi di pistola, poi sarebbe stato raggiunto dietro il bancone, dove aveva tentato di nascondersi, e freddato con due proiettili al torace e alla testa. Sciandra successivamente ha rivolto l’arma contro se stesso ed ha fatto fuoco togliendosi la vita con un colpo alla testa. Sul posto sono arrivati subito i soccorsi, ma purtroppo per i due non c’è stato nulla da fare e il personale medico del 118 ha potuto solo constatarne il decesso. Dalle prime informazioni, sembra che tra i due ci fossero degli screzi che potrebbero aver indotto il 62enne a compiere il tragico gesto. De Angelis, era anche contitolare di una palestra in via Bassignano. Del si stanno occupando i carabinieri del capoluogo di provincia piemontese intervenuti sul posto che stanno cercando di ricostruire l’esatta dinamica dei fatti e rintracciare il movente.

Leggi anche —> La commovente storia di Calogero Gliozzo: buone notizie dopo la raccolta fondi