Max Verstappen con la tuta della Mercedes (Fotomontaggio di TuttoMotoriWeb.com)
Max Verstappen con la tuta della Mercedes (Fotomontaggio di TuttoMotoriWeb.com)

F1 | Verstappen alla Mercedes? Ora non è più solo una voce di mercato piloti

Con la sua ultima vittoria nel Gran Premio d’Austria, forse la più bella della sua carriera in Formula 1 finora, Max Verstappen ha definitivamente dimostrato di essere uno dei migliori talenti della nuova generazione del Mondiale, un potenziale campione del mondo del futuro. Il dubbio che attanaglia la maggior parte degli addetti ai lavori, semmai, riguarda la competitività del suo team, la Red Bull: il giovane talento olandese, in altre parole, guida davvero una monoposto che è in grado di portarlo a vincere il titolo?

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

In molti pensano di no, visti i risultati altalenanti di cui i Bibitari sono stati protagonisti nel recente passato, dovuti anche ad un motore Honda non ancora al livello dei diretti avversari. Ma c’è anche un’altra faccia della medaglia: proprio la mediocrità della sua attuale vettura potrebbe trasformarsi nella migliore via d’uscita, nel suo biglietto per lasciare Milton Keynes e andare a cogliere la chance più ambita di tutto il Mondiale di F1. Tanto il plenipotenziario della Red Bull, Helmut Marko, quanto lo stesso manager di Verstappen, Raymond Vermeulen, hanno infatti recentemente confermato l’esistenza di una clausola nel suo attuale contratto legata alle prestazioni.

Verstappen: il “no” della Ferrari, il “forse” della Mercedes

“Sì, esiste”, si è sbilanciato il procuratore Vermeulen, “ma non intendo fare ulteriori dichiarazioni sul suo contenuto. Sia la Red Bull che Verstappen conoscono esattamente i termini dell’accordo”. Insomma, se le Lattine non si dimostreranno all’altezza delle sue aspettative, il figlio d’arte potrà legalmente rescindere il contratto che firmò due anni fa e che scade a fine 2020. E dunque, a quel punto, Verstappen sarebbe libero di passare ad un vero top team. Non la Ferrari, che ha drasticamente smentito qualsiasi interesse: “Certamente non è un nostro obiettivo”, ha chiuso la porta Mattia Binotto. Ma con la Mercedes, invece, è tutta un’altra storia.

Le porte di Brackley sembrano aperte per Mad Max: le prime trattative sono state già recentemente intavolate con il team principal Toto Wolff e uno scenario del genere sembrerebbe veramente quello ideale. Sia per la Freccia d’argento, che è sempre più scontenta di un Valtteri Bottas palesemente non in grado di lottare per il titolo mondiale con il suo compagno di squadra come faceva il suo predecessore Nico Rosberg. Sia per lo stesso Verstappen, che finalmente avrebbe per le mani una macchina da Mondiale. E sia per Lewis Hamilton, che sarebbe entusiasta all’idea di poter ritrovare finalmente quei nuovi stimoli che anela dalla concorrenza interna del suo vicino di box. Interrogato recentemente sul possibile arrivo di Max alla Mercedes, infatti, Lewis ha dichiarato: “So che a lui interessano queste opportunità, e se ci fosse una chance sarebbe grandioso”. E poi, girandosi verso lo stesso Verstappen, ha aggiunto: “Non mi dispiacerebbe correre con te, correrei contro chiunque”. Non ci si poteva aspettare una benedizione migliore.

Fabrizio Corgnati