Glicemia alta alimentazione
L’alimentazione suggerita per contrastare la glicemia alta – FOTO: istock

Per i soggetti affetti da glicemia alta arriva in soccorso qualche semplice truccheto per debellare tale condizione. Si fa tutto a tavola.

Tra le patologie cosiddette moderne figura anche la glicemia alta. Si riscontra quando i livelli di zuccheri nel sangue risultano essere troppo alti. E questo avviene per una alimentazione ed anche uno stile di vita sbagliati. Spesse volte le cattive abitudini sono dettate – per non dire imposte – dagli obblighi e dai doveri quotidiani, dai ritmi lavorativi e simili. E quindi difficilmente si riesce a trovare il tempo di prendersi cura di se stessi come invece occorrerebbe fare. Nel caso della glicemia alta possiamo però fare dell’ottima prevenzione a tavola. Si renderanno necessari pochi, semplici accorgimenti da mettere in pratica, per tenere alla larga qualsiasi spiacevole eventualità di incorrere nell’insorgere del diabete. Come prima cosa naturalmente bisogna dare un taglio a certi alimenti. Sono consentiti la frutta e la verdura fresca di stagione, pasta e riso integrali (così come il pane) e le patate lesse. Senza dimenticare i legumi, che andrebbero mangiati in quantità di 3 volte a settimana in media.

LEGGI ANCHE –> Tumore, gli esperti avvertono: “Troppo barbecue aumenta i rischi”, i consigli

Glicemia alta, l’alimentazione consigliata

Il pesce va invece mangiato due giorni su sette e poi è meglio prediligere la carne bianca (pollo o tacchino) a quella rossa, che invece è più grassa. Come condimenti sono ammessi il succo di limone ed un pò di olio extravergine d’oliva. Come apporto calorico, non si dovrebbe uscire dal range quotidiano compreso tra le 1500 e le 1900. Bisogna invece evitare il cibo spazzatura, gli zuccheri raffinati, i conserventi, i dolci, gli alcolici, le bibite gassate e zuccherate. Inoltre un altro consiglio da dare contro la glicemia alta è quello di consumare 5 pasti al giorno (colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena) ad intervalli mai superiori alle 4 ore gli uni dagli altri. E bere poco caffè, evitare oppure smettere di fumare e bere poco caffè. Inoltre è sempre ottimo bere almeno 2 litri di acqua al giorno e fare attività fisica anche leggera ogni 3-4 giorni a settimana anche solo per mezzora. Per quanto riguarda una idea tipo di menu, si può iniziare la giornata con un bicchiere di latte parzialmente scremato o di thè senza zucchero, con uno yogurt magro e delle fette biscottate, o dei cereali integrali.

LEGGI ANCHE –> Cancro alla prostata, come riconoscerlo ed in che modo intervenire

Il menu tipo di una giornata

Come spuntino, 15 g di frutta fresca, anche come succo preparato in casa e non zuccherato. Si a mele, pere, arance, mandarini, pesche, albicocche, lamponi, nespole, pesche, kiwi, ananas e fragole. Non a banane, fichi, uva e cachi. Pranzo e-o cena con pasta o riso integrale (80-90 g) e carne bianca o pesce alla griglia od al vapore con contorno di verdura e ortaggi. A merenda sempre frutta fresca o uno yogurt magro nelle quantità precedentemente consigliate. Come noto, la glicemia alta si riscontra quando il pancreas non riesce a produrre nelle quantità necessarie l’insulina, che tiene a bada i livelli di zuccheri all’interno del nostro sangue. Si è colpiti da questa patologia quando si esce dai valori compresi tra 60 e 130 mg/dL e di 70 fino a 110 mg/dl a digiuno. Il diabete insorge subito dopo il valore di 126 mg/dl.

LEGGI ANCHE –> Urina, se noti uno strano odore quando la fai le cause sono queste