Cura contro il virus dell’HIV: la rivoluzionaria scoperta

0
149
Medici ricerca
(foto dal web)

Uno studio, al quale hanno preso parte anche ricercatori italiani, su alcuni animali infetti ha dimostrato che è possibile eliminare il virus dell’HIV. La ricerca è stata pubblicata sulla rivista scientifica Nature Communications.

Alcuni scienziati hanno pubblicato uno studio sulla rivista scientifica Nature Communications relativo alla ricerca per combattere il virus dell’HIV. Lo studio ha dimostrato che attraverso una terapia antiretrovirale in combinazione con il metodo ‘taglia-incolla’ del DNA è possibile eliminare il virus dell’HIV. La ricerca è stata condotta da Kamel Khalili della Temple University a Philapelphia e dalla University of Nebraska Medical Center, ma a questa hanno preso parte anche ricercatori italiani come Pietro Mancuso, Pasquale Ferrante e Martina Donadoni.

Studio su animali infetti dimostra che è possibile eliminare il virus dell’HIV:

La ricerca scientifica può aver fatto un grande passo avanti in merito alla lotta contro il virus dell’HIV, il quale può causare la sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS). Una ricerca condotta da Kamel Khalili della Temple University a Philapelphia e dalla University of Nebraska Medical Center, alla quale hanno preso parte anche ricercatori italiani come Pietro Mancuso, Pasquale Ferrante e Martina Donadoni, ha dimostrato che si può eliminare l’Hiv. Attualmente non esiste una cura per rimuovere il virus dal nostro organismo che può essere solo tenuto sotto controllo attraverso dei farmaci, i quali ne impediscono la riproduzione nel corpo dei soggetti sieropositivi e non vada a danneggiare il sistema immunitario. Lo studio in questione, pubblicato sulla rivista scientifica Nature Communications, ha dimostrato, come riportato dalla redazione de Il Messaggero, che attraverso una terapia antiretrovirale a lunga azione e lento rilascio, seguita dal “taglia e incolla” del Dna”, una tecnologia basata sulle ‘forbici molecolari’ Crispr-Cas9, è possibile eradicare totalmente il virus dell’Aids dal corpo degli animali infetti (topi) su cui è stato condotto il test. Gli scienziati che hanno lavorato alla ricerca, attualmente effettuata solo sui topi, hanno spiegato di voler passare alla sperimentazione sugli esseri umani: “Ora abbiamo chiaro il percorso per poter passare alla sperimentazione su primati non umani e possibilmente sull’uomo entro l’anno“.

Leggi anche —> Tragedia al centro estivo: bambina perde la vita, disposta l’autopsia