Alcolici, studio conferma: “Mettono in pericolo anche i non bevitori”

alcolici pericolo
Gli alcolici sono un pericolo anche per chi non beve – FOTO: istock

Gli alcolici possono diventare talmente pericolosi da esporre a pericolo anche le persone astemie. Lo conferma uno studio dalle cifre impressionanti.

Gli alcolici fanno male anche a chi è astemio? Come? Facile: basta prendere in considerazione i comportamenti dannosi di chi alza troppo il gomito. Ecco quindi che si verificano casi di molestie, vandalismo e minacce tali da compromettere l’incolumità delle persone che non bevono. Ed a ribadire questo concetto è la rivista specializzata di settore ‘Journal of Studies on Alcohol and Drugs’. Sulle sue pagine è apparso uno studio curato dal Public Health Institute di Oakland, in California, dove vengono rimarcati gli aspetti pericolosi di questa tendenza. Tutto ciò viene chiamato “consumo di alcolici di seconda mano”, e per gli esperti bisognerebbe fare di più per contrastare questo fenomeno. I dati di due sondaggi effettuati nel 2015 sono esemplificativi. Nei soli Stati Uniti ben 53 milioni di persone hanno subito dei danni perché qualcun’altro si era ubriacato.

LEGGI ANCHE –> Chernobyl, tutto è morto nel disastro nucleare tranne le piante: perché?

Alcolici, gli effetti nefasti anche sui non bevitori

Non sono mancati episodi di violenze fisiche, aggressioni ed incidenti d’auto. Fino anche a problemi familiari, violenze private ed altri aspetti negativi correlati a tutto ciò. I soggetti maggiormente esposti a possibili rischi sono le donne ed i bambini che vivono con un bevitore. Da qui emerge la necessità di trovare delle soluzioni per arginare quello che è a tutti gli effetti un vero e proprio pericoloso sociale. Occorrerebbero politiche di controllo, come ad esempio l’aumento della tassazione di bevande alcoliche e la limitazione della pubblicità delle stesse. Proprio i casi di persone ubriache al volante che finiscono con l’uccidere qualcuno rappresentano una triste costante, purtroppo ben nota anche in Italia con diversi episodi analoghi che si verificano in maniera pressoché ciclica.

LEGGI ANCHE –> Incidente in moto, schianto drammatico: “Buon viaggio Bordo” – FOTO