Kubica pilota del giorno: la FIA apre un’indagine

0
918
Robert Kubica (©Getty Images)

F1 | Kubica pilota del giorno: la FIA apre un’indagine

E’ diventato un vero e proprio caso quello che è successo dopo la bandiera a scacchi del GP dell’Austria dello scorso weekend. A quanto pare il sito della F1 avrebbe subito un attacco da parte degli hacker informatici.

Il sospetto – Tutto nasce da un’informazione alquanto improbabile apparsa sulla pagina web del Circus alla fine della gara. In sintesi, secondo le percentuali emerse dalla votazione aperta al pubblico per quanto concerne il pilota del giorno, ossia quello che è stato capace di emozionare o comunque di dare vita alla corsa migliore, al top ci sarebbe stato Robert Kubica. Niente premio dunque a Charles Leclerc, al comando dal via a tre giri dal termine, e neppure a Max Verstappen, autore di una bella rimonta che lo ha portato a scalare il gruppo fino alla vittoria, bensì al polacco che non solo è giunto ultimo e anonimo, ma che è pure stato l’unico a concludere a tre tornate dall’olandese della Red Bull.

> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Sebbene i gestori del sito abbiano parlato di “errore tecnico”, il pensiero è che si sia trattato di un tentativo di sabotaggio da parte dei sostenitori del pilota Williams. Per questo la F1 ha deciso di aprire un’indagine.

Probabilmente inconsapevole di questo inatteso riconoscimento, poi congelato, il 34enne ha così analizzato l’ennesimo gran premio da fanalino di coda. “Semplicemente non avevo ritmo“, ha affermato. “In partenza sono riuscito a recuperare delle posizioni, ma l’auto non era per nulla maneggevole. Ho provato a difendermi, tuttavia alla fine è stata dura tenere dietro le macchine che seguivano“.

Non avevo grip e in quelle condizioni di caldo, le gomme si sono surriscaldate e ho iniziato a soffrire. Scivolando sempre di più non riuscivo neppure a tenere la vettura in pista“, ha infine chiosato.

Chiara Rainis