MotoGP Assen, Warm-up: tempi e classifica finale

0
623
MotoGP Assen
Getty Images

MotoGP Assen, Warm-up: tempi e classifica finale

Sul circuito di Assen si prevedono temperature piuttosto elevate, considerando che al mattino la colonnina di mercurio alle ore 09:40 segna circa 28° C. La pista costellata di curve, associata alla calura estiva, metterà a dura prova il grip delle gomme, con Ducati che sembra patire maggiormente questo binomio di condizioni. C’è inoltre da tenere in considerazione il vento che potrebbe spingere a modificare stile di guida a seconda della direzione.

Nel box Ducati si prova a trovare una soluzione ad un problema nato quasi dal nulla, considerando che la GP19 non ha mi sofferto l’asfalto bollente. “Pista da ieri abbastanza strana, a noi ha dato molti problemi, Moto2 e Moto3 hanno girato un secondo o due più lenti – ha commentato Davide Tardozzi a Sky Sport MotoGP -. Ieri sera gli ingegneri hanno fatto una riunione su questo e stiamo lavorando su un altro set-up soprattutto con Danilo Petrucci”.

Dalla prima fila partiranno le due Yamaha di Fabio Quartararo e Maverick Vinales, insieme alla Suzuki di Alex Rins, tre prototipi dal telaio molto agile e tre piloti di “nuova generazione” che potrebbero segnare un’inversione di tendenza nel futuro prossimo della MotoGP. Bene anche la Suzuki di Joan Mir che al termine della Q2 ha conquistato la quinta piazza in griglia di partenza.

A conquistare il miglior crono del mattino è ancora una volta Vinales, in 1’33″677, veloce e coerente sul giro secco sin dalle prove libere del venerdì. Seguono Andrea Dovizioso e Fabio Quartararo con un ritardo di oltre tre decimi, davanti ad Alex Rins e Marc Marquez a oltre cinque decimi. 8° Danilo Petrucci, 10° Franco Morbidelli, ancora in difficoltà Valentino Rossi che perde mezzo secondo nel T4, non riuscendo a trovare un soluzione di setting a questo problema.