F1 | Austria, Gara: tempi e classifica finale

Con una temperatura addirittura di 33 °c è partito il GP dell’Austria.

Semafori spenti! Ottima partenza di Charles Leclerc, mentre pessima per Max Verstappen che viene superato da entrambe le Mercedes e dalla McLaren di Lando Norris che a sua volta insidia Ham e poi viene passato dall’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen.

Sebastian Vettel in modalità attacco. Il tedesco della Ferrari supera Norris al giro 4 ed è 5°.

Al giro 8 Kevin Magnussen sotto investigazione per essere partito fuori posizione.

Intanto Verstappen dopo l’impasse dell’inizio si mangia Iceman e Norris e dopo 13 giri è 5°. Vettel è 4°.



Drive through per Magnussen.

1’09″252 per Verstappen al giro 17.

Al giro 18 scatta la bagarre per Raikkonen e la Red Bull di Gasly.

Vettel incitato a spingere forte piazza il giro veloce in 1’09″073.

Al giro 22 sosta per Bottas e Vettel. Pit stop lunghissimo da 6″1 per il tedesco che monta le hard. L’anteriore sinistra non era pronta.
Una tornata dopo cambio gomme per Leclerc. In questo caso da 2″6.
1’08″842 per Ham che giuda il GP. Vettel è 6°.
Gomme bianche anche per Raikkonen al giro 24. Il finnico è 15°. Era da poco stato superato da Gasly ed era 10°.
1’08″750 per Vettel al giro 30.

Al giro 31 pit stop per Hamilton che dopo aver lamentato problemi di downforce può contare anche su un musetto nuovo. Verstappen passa al comando.

1’08″344 per Leclerc. Ham è 5°.

Dopo 38 giri la coppa di piu combattivo va a Carlos Sainz che con la sua McLaren a recuperato 13 posizioni.

Un po’ di battaglia tra la Renault di Ricciardo la McLaren di Norris.

1’08″317 per Verstappen al giro 44.
1’08″412 per Sainz, ma gli risponde Mad Max.
Al giro 49 Verstappen è su Vettel.
Due tornate dopo l’olandese della Red Bull ha la meglio sul ferrarista ed è 3°.

Sosta per Vettel che scivola in quinta piazza.
Uno scatenato #33 è su Bottas. Verstappen però si lamenta per una perdita di potenza. Il muretto lo istruisce.

Al giro 56 Mad Max passa la Merceedes.
1’07″776 per Verstappen che va a riprendere Leclerc.

A dieci tornate dalla fine entrambe le Alfa Romeo nei primi 10.
Al giro 65 Mad Max è sempre più vicino. Al monegasco della Rossa recupera quasi un secondo a tornata.

Il muretto ferrari avvisa Leclerc del pericolo, lui risponde di non disturbarlo.

Duello da altri tempi, con sorpassi e contro-sorpassi. Al giro 69 l’olandese passa in testa.

Vettel supera Ham ed è quarto.
Bandiera a scacchi! Max Verstappen trionfa davanti a tribune stracolme e tutte arancioni. Secondo Charles Leclerc, poi Valtteri Bottas.

Il contatto tra i due protagonisti verrà investigato.