bambina scuolabus
Scuolabus (foto dal web)

Una bambina di tre anni di Scorzé (Venezia) è stata dimenticata su uno scuolabus sotto il sole per due ore. Fortunatamente la piccola ritrovata sul mezzo stava bene.

L’ennesimo caso di bambina abbandonata su un veicolo si è registrato nei giorni scorsi. È accaduto a Scorzè, comune in provincia di Venezia, giovedì scorso, 27 giugno, ad una bambina di soli tre anni dimenticata all’interno di uno scuolabus per circa due ore sotto il sole rovente. A scoprire il terribile episodio è stato il padre della piccola che non vedendo arrivare il mezzo per il trasporto dei bambini ha chiamato la scuola. Arrivati al deposito dei pullman, fortunatamente la piccola, ritrovata in lacrime e molto spaventata, non stava male e non è stata accompagnata al pronto soccorso. I genitori adesso hanno già spiegato di voler denunciare l’accaduto che sarebbe potuto trasformarsi in un’orribile tragedia.

Bimba di tre anni dimenticata su uno scuolabus: sul mezzo un sostituto del normale conducente

Una bimba di tre anni è stata protagonista di una spiacevole disavventura nella tarda mattinata di giovedì scorso, 27 giugno. La piccola di Scorzè, comune in provincia di Venezia, si trovava sullo scuolabus che avrebbe dovuto riaccompagnarla a casa dopo essere uscita da scuola, ma è stata dimenticata sul mezzo per circa due ore. Secondo quanto riportato dalla redazione de Il Corriere Veneto, la bimba si era addormentata sul pullman ed è rimasta chiusa nel veicolo, poi parcheggiato sotto il sole all’interno del deposito. A dare l’allarme è stato il padre della bimba che non hanno visto passare lo scuolabus da casa e ha contattato l’istituto frequentato dalla figlia, la scuola materna Gianni Rodari. Immediatamente è stato rintracciato il bus e la piccola è stata ritrovata che piangeva spaventata all’interno del veicolo, ma fortunatamente stava bene e non è stata accompagnata in ospedale. Come raccontato da Il Corriere Veneto, a condurre lo scuolabus c’era un sostituto del normale dipendente della Bonaventura express che non conosceva bene i bambini insieme a l’addetto alla sorveglianza della scuola. I genitori della piccola hanno annunciato di voler denunciare l’episodio che fortunatamente non è finito in tragedia. La madre ha commentato l’episodio a La Nuova di Venezia e Mestre: “Mi è spiaciuto perché nessuno, tra autista e sorvegliante, si è scusato per quanto accaduto: adesso ognuno si prenderà le sue responsabilità e pagherà le conseguenze. Le mamme si fidano di queste persone e, alla fine, si scopre come non sappiano fare il loro lavoro“.

Leggi anche —> Tragedia nella notte: stroncata la vita di due giovanissimi ragazzi