Il (piccolo) errore che ha rovinato il sabato di Valentino Rossi (VIDEO)

0
564
Valentino Rossi esce di pista sul finale delle prove libere del GP d'Olanda di MotoGP 2019 (Foto dal profilo Twitter della MotoGP)
Valentino Rossi esce di pista sul finale delle prove libere del GP d’Olanda di MotoGP 2019 (Foto dal profilo Twitter della MotoGP)

MotoGP | Il (piccolo) errore che ha rovinato il sabato di Valentino Rossi (VIDEO)

Un’altra qualifica complicata per Valentino Rossi, anche al Gran Premio d’Olanda di MotoGP. Il nove volte iridato era infatti riuscito a conquistare provvisoriamente la quinta posizione nella terza sessione di prove libere, un risultato che gli sarebbe valso la promozione diretta alla fase finale delle qualifiche. Ma la sua gioia si è rapidamente trasformata in disperazione quando i commissari gli hanno cancellato il giro più veloce, facendolo precipitare al quattordicesimo posto.

Il motivo è stata l’uscita dai limiti della pista alla curva 18: al termine di un giro molto pulito, infatti, Valentino Rossi è finito fuori dal cordolo con la ruota posteriore sforando nella via di fuga verde all’uscita dalla chicane Geert Timmer. E questa leggerissima infrazione, a norma di regolamento, è bastata per non far contare il suo tempo migliore.

Valentino Rossi 14° in griglia di partenza ad Assen

Il sabato del Dottore ad Assen è poi proseguito di male in peggio: costretto a passare dalla tagliola delle eliminatorie, non è riuscito ad eguagliare i tempi di Alex Rins e Pol Espargaro, qualificandosi solo al quattordicesimo posto, dietro anche alla Ducati Pramac del suo allievo della VR46 Academy, Pecco Bagnaia. Per questo motivo, nella gara di domani sul circuito della Drenthe, il fenomeno di Tavullia dovrà schierarsi in quinta fila sulla griglia di partenza.

Leggi anche -> MotoGP Assen, Qualifiche: tempi ufficiali e griglia di partenza

Un inizio decisamente in salita, frutto dell’ennesima prestazione sottotono sul giro secco, che Rossi dovrà cercare di raddrizzare alla domenica con un’altra di quelle rimonte straordinarie a cui ci ha abituato. Di certo, però, non si tratta del viatico migliore per la corsa che segnerà i suoi due anni esatti dall’ultima vittoria in MotoGP. E che, almeno alla vigilia, sembrava concedergli delle ottime chance di spezzare questo lungo digiuno, proprio su uno dei circuiti che ama di più dell’intero calendario.

A rafforzare ulteriormente la beffa ai suoi danni, il fatto che i suoi due compagni di marca in Yamaha, il pilota satellite Fabio Quartararo e quello ufficiale Maverick Vinales, abbiano invece ottenuto i due migliori tempi nelle qualifiche odierne del Gran Premio d’Olanda di MotoGP 2019.