MotoGP, Quartararo: “Pronto a lottare”. Vinales: “Niente da perdere”

0
158
Fabio Quartararo Maverick Vinales
Fabio Quartararo e Maverick Vinales (Getty Images)

MotoGP, Qualifiche Assen: i commenti di Quartararo e Vinales.

Doppietta Yamaha nelle Qualifiche MotoGP di Assen. Pole position conquistata dal rookie Fabio Quartararo sulla M1 del team cliente Petronas. Il francese ha preceduto Maverick Vinales, che invece guida il prototipo della squadra ufficiale Monster Energy.

Entrambi sono accreditati di un buon passo gara e hanno un potenziale da podio. Ovviamente non bisogna mai dare niente per scontato, le cose da un giorno all’altro possono cambiare. La storia insegna. Comunque i due piloti hanno mostrato un’ottima velocità già dalle prove libere e si sono confermati pure nelle Qualifiche.

MotoGP, Qualifiche Assen: i commenti di Quartararo e Vinales

Quartararo al settimo cielo per aver ottenuto la terza pole position in questo campionato MotoGP 2019: «Sono stato molto veloce – spiega – e penso che abbiamo fatto un ottimo lavoro. Ero al limite, sono felice della pole. Domani spero che non ci sia un gruppo troppo grande a giocarsi la gara. Tre o quattro bastano. Maverick e Marc hanno un passo molto buono. Comunque sono felice, posso fare ancora esperienza domani e spero di fare un buon risultato. Vincere? Non so se sono pronto, però farò del mio meglio. Sono pronto a lottare».

Vinales si lamenta un po’ del comportamento della sua Yamaha, tuttavia cercherà di conquistare la vittoria ad Assen nonostante alcune difficoltà nella guida: «La moto non è facile da guidare – commenta Maverick – ed è difficile capire come andare forte. Si muove tanto, devi essere sempre molto attento. La M1 è complicata da guidare e va compreso come andare veloce, per questo in FP1 giro tanto. Comunque sono sorpreso dai tempi fatti con alte temperature. Vincere? Non abbiamo nulla da perdere, spingerò al massimo da subito. Alla partenza è importante essere davanti. Penso sarà una gara di gruppo e gli ultimi dieci giri saranno fondamentali».