Lascia il suv parcheggiato in centro, al ritorno trova una spiacevole sorpresa

0
701
(foto dal web)

Un turista 76enne ha ricevuto una multa ad Alghero “per istigazione al furto” dopo aver lasciato la sua auto parcheggiata nei pressi del centro storico con il finestrino aperto

Una disavventura quella vissuta da un turista in vacanza in Sardegna che ha trovato sul parabrezza della sua auto una curiosa multa. L’uomo, che si trovava nel centro storico di Alghero, aveva lasciato il suo suv parcheggiato, ma dimenticandosi il finestrino aperto. Quando è tornato a riprendere il veicolo ha trovato una multa per “istigazione al furto” dell’importo di 41 euro. Non credendo a quanto letto sul verbale, il turista ha chiesto spiegazioni ai commercianti della zona.

Leggi anche —> Tragedia in mattinata: bambino muore fantasticando sui supereroi

Lascia il finestrino dell’auto aperto: multato un turista per “istigazione al furto”

Un turista di 76 anni in vacanza in Sardegna è stato multato da un agente della Polizia Locale per “istigazione al furto”. L’uomo ha ritrovato la multa sul parabrezza del proprio suv parcheggiato nel pressi del centro storico di Alghero, dove sta trascorrendo le vacanze. L’uomo, però, forse nella fretta di mettere il cane al guinzaglio, come riportato dalla stampa locale e dalla redazione de Il Corriere della Sera, aveva lasciato il finestrino del veicolo aperto e per questo è stato sanzionato dall’agente che ha firmato il verbale dell’importo di 41 euro.  L’uomo incredulo per quanto successo, soprattutto per la motivazione riportata nella multa ha cercato spiegazioni prima ai commercianti dei negozi della zona e poi al comando della Polizia Locale, dove gli agenti gli ha spiegato che non si tratterebbe di un errore. L’articolo 158 del Codice della Strada, difatti, al comma 4 recita: “Durante la sosta e la fermata il conducente deve adottare tutte le opportune cautele atte a evitare incidenti e a impedire l’uso del veicolo senza il suo consenso“. Il 76enne ha dovuto quindi pagare la multa usufruendo della riduzione di 12 euro consentita a chi corrisponde il denaro entro 5 giorni. L’episodio, come raccontato da Il Corriere della Sera, ha scatenato polemiche e discussioni sulle spiagge della nota località sarda.

Leggi anche —> Il terribile gesto di una madre: “rappresentava un ostacolo per la sua relazione”